Lopalco: equiparare il virus pandemico ad un’influenza è un errore

«La riduzione dei tempi di isolamento va bene, purché parliamo di persone asintomatiche e che comunque per i primi giorni di rientro al lavoro siano istruiti sull’uso della mascherina e sulla necessità di non entrare in contatto con persone fragili».

A dirlo all”Adnkronos Salute è l”epidemiologo Pier Luigi Lopalco, docente di Igiene all”Università del Salento commentando le dichiarazioni del ministro della Salute Orazio Schillaci, che – parlando di un possibile addio al tampone di fine quarantena – ha evidenziato che dopo 4 o 5 giorni gli asintomatici potrebbero tornare alle loro attività.

Per Lopalco, però, «il fatto di equiparare Covid-19 all’influenza è un errore: sull’influenza (malattia per nulla banale) sappiamo molto, sul Covid-19 abbiamo ancora molto da scoprire sui suoi effetti a distanza. Inoltre, ancora il coronavirus non ha assunto una circolazione tipicamente stagionale come l’influenza. Pertanto può presentare sorprese», conclude.

Promo