Evento a Fasano il 23 novembre: “Ti mangio il cuore”, di Pippo Mezzapesa

Si chiude il 23 novembre a Fasano, con una serata evento dedicata agli autori pugliesi e al cinema legato alla Puglia, la 19esima edizione del Sa.Fi.Ter, il Film Festival Internazionale Salento Finibus Terrae, inserito nella rete dell’Apulia Cine festival Network, la rete di festival cinematografici di Apulia Film Commission, economia della Cultura e Valorizzazione del Territorio, intervento finanziato con le risorse del bilancio autonomo della Fondazione, e dalla Regione Puglia.

 

La giornata inizierà alle 17 nel Cinema Teatro J. Kennedy con la proiezione della sezione a concorso “Corti Puglia” a cura di autori pugliesi, o che comunque hanno con la Puglia un forte legame, e si concluderà alle 21.00 con la proiezione di Ti mangio il cuore”, l’ultimo lungometraggio, capolavoro del regista, sceneggiatore e produttore bitontino Pippo Mezzapesa, che proprio al Sa.Fi.Ter ha presentato negli ultimi vent’anni alcuni dei suoi primi cortometraggi, guadagnandosi diversi riconoscimenti. Il film, tratto dall’omonimo romanzo d’inchiesta dei giornalisti Carlo Bonini e Giuliano Foschini, narra una storia d’amore e vendetta, che racconta le vicende della prima pentita della mafia del Gargano. Prodotto da Indigo Film in collaborazione con Rai Cinema e Paramount+ ed, “Ti mangio il cuore” è stato selezionato in competizione nel Concorso Orizzonti della Biennale d’Arte Cinematografica di Venezia. Sceneggiatori, insieme al regista Mezzapesa anche Antonella Gaeta e Davide Serino. Il film ha tra i protagonisti una sorprendente Elodie, al suo esordio cinematografico, insieme a Francesco Patanè (protagonista maschile), Michele e Brenno Placido. E ancora Lidia Vitale, Giovanni Trombetta e Francesco Di Leva, che incontreranno il pubblico, sotto la guida del giornalista e critico cinematografico Paolo Calcagno, ricevendo riconoscimenti per le rispettive interpretazioni. Non potendo prendere parte all’evento, Tommaso Ragno e lo stesso Mezzapesa, attualmente impegnato sul set di una serie tv, invieranno il proprio saluto al Festival. Conduttore della serata sarà il giornalista Raffaele Romano.

 

Per la sezione dei corti saranno proiettati Pluto, di Ivan Saudelli; Perla, di Alessandro Porzio (vincitore, lo scorso anno, del premio alla regia nella stessa sezione per il cortometraggio Come a Mìcono); Tutù, di Lorenzo Tiberia; Stella di Periferia, di Lorenzo Sepalone; Senza nome, di Gisella Gobbi; God dress you, di Mattia Epifani; La Sposa, di Dario Di Viesto; e SuperJesus, di Vito Palumbo.  Fra questi titoli, la Giuria del Festival assegnerà i premi al miglior film e alla migliore regia, che saranno consegnati nel corso della serata.

 

“La tappa di Fasano si rende possibile anche quest’anno grazie a sostenitori e amici di lunga data, prima fra tutti l’associazione Egnathia e la sua presidente, Laura De Mola, che ha voluto e patrocinato il Festival in ogni sua edizione dalla prima volta che ha fatto tappa a Fasano – dichiara Romeo Conte -. Grazie anche al suo impegno e alla sua passione, da otto anni posso portare con questo festival l’amore per il cinema e per gli autori indipendenti a Fasano, in una collaborazione che continua anche in tempi delicati come questo”.

Ruolo fondamentale per la sua realizzazione hanno avuto anche gli sponsor principali FOPE Gioielli e Tiber Pack, che sostengono interamente l’evento, insieme a diversi sostenitori locali. Madrina del Festival in questa edizione è l’attrice, regista e produttrice cinematografica romana Lidia Vitale. Tutti gli appuntamenti saranno rigorosamente a ingresso gratuito, in quell’ottica di celebrazione libera e accessibile del cinema e del territorio di cui il Sa.Fi.Ter. si fa portatore da ormai quasi vent’anni. Un ringraziamento speciale, per questa tappa va anche ai numerosi sostenitori locali del festival: Masseriola Antiche Fogge, Il Rifugio dei Ghiottoni Ristorante, Pastificio Cardone, Ristorante il Fagiano che hanno reso possibile l’organizzazione dell’evento a Fasano.

Promo