Bitritto: si difende durante l”interrogatorio, il barista accusato di aver ucciso un giovane 27enne

E” durato un”ora e mezzo, l”interrogatorio di garanzia di Francesco Assunto, il barista di Bitritto, in carcere, con l”accusa di aver ucciso, domenica mattina, a Bitritto, Giovanni Palazzotto, ventisettenne di Loseto, che in stato di alterazione, cercava di entrare nel suo bar, dopo averne danneggiato un altro, a pochi metri di distanza.

Assunto, si è difeso rispondendo a tutte le domande del gip. Non ha negato le circostanze, registrate dalle telecamere di videosorveglianza del suo bar, ma ha cercato di chiarirle, spiegando che Palazzotto, respirava ancora quando lui ha lasciato la presa, e che il tempo prolungato, sedici minuti durante il quale lo ha immobilizzato, mettendosi sulla sua schiena con le ginocchia, è dovuto al fatto che l”uomo non si calmava, e che per questo aveva dovuto chiedere aiuto ad altre persone per immobilizzarlo, in attesa dell”arrivo del 118 e dei carabinieri.

Il legale di Assunto, ha chiesto al gip di non convalidare l”arresto, o in subordine, di sostituire la misura dell”arresto in carcere con i domiciliari. Il giudice che ha tempo fino a domani per decidere, potrebbe attendere, i primi riscontri dell”autopsia, che si terrà nel pomeriggio, all”Istituto di Medicina Legale di Bari.

Promo