Confindustria: bene le ottime performances di Aeroporti di Puglia

«Le infrastrutture rappresentano un fattore di crescita non soltanto per recuperare il gap che divide sempre più il Sud dal resto del Paese e dell’Europa, ma, soprattutto, in un’ottica di integrazione e di sviluppo delle attività economiche. In tale direzione si muove una delle infrastrutture più importanti della nostra regione, Aeroporti di Puglia, che ha raggiunto eccellenti performance negli ultimi mesi grazie a progetti, investimenti e strategie lungimiranti». E” quanto si legge in una nota di Confindustria Puglia.

«Esprimo vivo compiacimento ed apprezzamento per questi importanti risultati raggiunti da Aeroporti di Puglia –dichiara Sergio Fontana presidente di Confindustria Puglia- che hanno consentito alla nostra regione di posizionarsi nella mappa del turismo internazionale, favorendo la crescita dell’incoming turistico da Paesi e mercati in forte espansione e che guardano alla destinazione Puglia con molto interesse. Un ambizioso progetto di sviluppo della mobilità al servizio del turismo, della cultura e delle imprese pugliesi», spiega ancora.

L’ultimo collegamento annunciato dalla società aeroportuale con il volo Bari-Oslo operativo dal prossimo giugno, collegherà la Puglia alla Norvegia, accorciando ancor di più le distanze con i Paesi scandinavi, e va ad aggiungersi ad altri importanti accordi sottoscritti con le principali compagnie aeree.

«È giusto quindi riconoscere un grande plauso all’eccellente lavoro svolto dal Presidente Antonio Maria Vasile e dalla sua squadra –continua il presidente Fontana– che evidenzia come l’impegno quotidiano insieme ad una visione strategica a lungo termine di Aeroporti di Puglia siano fondamentali per aumentare l’attrattività della nostra Regione. Tutto questo si traduce in un maggiore sviluppo e competitività del nostro territorio, dal turismo, al settore culturale, all’industria. È evidente, infatti, che migliori collegamenti favoriscano l’internazionalizzazione delle nostre aziende agevolando movimenti biunivoci e scambi economici e commerciali. Nei collegamenti aerei, rapidi, diretti ed economici, tutti i settori produttivi hanno un alleato fondamentale», spiega ancora.

«Questi risultati hanno consentito di recuperare i dati in termini di collegamenti aerei e passeggeri, dopo i difficilissimi mesi della pandemia durante i quali i viaggi sono stati completamente azzerati. Anche per l’aeroporto di Brindisi si sta replicando il modello già sperimentato per lo scalo di Bari e da qualche mese Regione e Aeroporti di Puglia hanno reso operativo anche l”aeroporto Gino Lisa di Foggia. La rinascita dello scalo foggiano è un’altra importante opportunità per la nostra regione e può offrire una nuova prospettiva al Gargano. Vieste è la prima destinazione pugliese per il turismo balneare. A ciò va aggiunto il progetto di rilancio dello scalo di Grottaglie con il suo spazioporto, unica infrastruttura italiana riconosciuta per i voli suborbitali», aggiunge ancora.

«Maggiori destinazioni collegate, incremento delle frequenze e consolidamento della presenza dei principali vettori –conclude il Presidente Fontanasono condizione irrinunciabile per favorire la ripresa e migliorare l’accessibilità incoming al nostro territorio. La Puglia vola alto grazie ad Aeroporti di Puglia».

Promo