Grido d’allarme delle organizzazioni sindacali Cgil-Cisl-Uil: Molfetta vive un periodo di profonda crisi sociale e di ordine pubblico

Tanto si è già detto della crisi economica che sta attraversando il nostro Paese, un po’ meno si è discusso delle problematiche che tale crisi determina nella nostra società. Alla crisi economica si affianca una grave crisi sociale che mette in discussione le agenzie educative e di socializzazione provocando un forte disagio in tutte le categorie”.Inizia così un comunicato delle sedi territoriali di CGIL-CISL-UIL che in merito ai recenti episodi di criminalità che hanno interessato la nostra città rivolgono alle associazioni, movimenti, parrocchie l’invito a un confronto sulle tematiche relative alla crisi sociale e all”ordine pubblico.Il comunicato prosegue:Questo problema riguarda soprattutto le nuove generazioni che rischiano di non trovare più riferimenti e guide nella famiglia, nella scuola, nella religione, sostituiti da altri due agenti: i mass media (vecchi e nuovi) ed il gruppo dei pari.La nostra città sta vivendo un periodo di profonda crisi sociale e di ordine pubblico che non si può contrastare soltanto con l’ausilio di videocamere o con l’aumento dell’organico delle forze dell’ordine. Occorre una sinergia tra tutte le componenti della società che da sempre sono impegnate nel territorio per sostenere i più deboli sia socialmente che economicamente.Su questi temi le organizzazioni sindacali territoriali CGIL-CISL-UIL invitano le associazioni, i movimenti, le parrocchie, i comitati di quartiere ad un confronto per formulare delle proposte concrete al fine di contrastare il fenomeno della delinquenza giovanile e favorire la sicurezza il 30 novembre 2022 alle ore 18:30 presso la camera del lavoro CGIL (strada delle monacelle angolo S. Domenico)“.

Mimmo Spadavecchia

Promo