Policlinico di Bari, “piscina per disabili mai entrata in funzione In totale stato di abbandono“

Luigi Cipriani, segretario del movimento politico Riprendiamoci il Futuro, ha dichiarato quanto segue:

«Nonostante la nostra denuncia inviata anni fa alla Procura tutto è finito nel dimenticatoio. Perché???? Si ricorda che si tratta di una piscina per disabili, adibita alla riabilitazione, posta all’interno dell’Azienda Policlinico (Asclepios) e mai entrata in funzione e in totale stato di abbandono (vedi foto allegate). L’aspetto più sconcertante della vicenda è costituito dal fatto che per tale importante struttura riabilitativa furono formati, con l’utilizzo di danaro pubblico, alcuni fisioterapisti con specializzazione in riabilitazione dei disabili in acqua; tali spese per la formazione, vanno a sommarsi alla ulteriore distrazione di pubblico denaro. Tutto ciò è a dir poco paradossale! Considerata l’innegabile utilità riabilitativa della piscina in questione e tenuto che non vi sono strutture analoghe, ci chiediamo:

– quali siano gli ostacoli che hanno impedito sino ad oggi ed impediscono ancora l’attivazione della stessa?

– quali siano stati gli impegni di spesa (per la realizzazione della struttura e per la formazione del personale addetto)?

Ci chiediamo, inoltre, se il Direttore Generale dell’Azienda Policlinico abbia mai intrapreso iniziative e/o adottato provvedimenti per risolvere la questione al fine di consentire ai pazienti del Policlinico di curare le proprie disabilità; si fa presente, inoltre, che la succitata mancata assistenza potrebbe generare responsabilità di vario genere da ascrivere ai responsabili che hanno sempre ignorato una struttura che doveva essere un fiore all’occhiello dell’Azienda Policlinico».

Promo