Gravina di Puglia, La Notte e Stea: “Con i Popolari con Emiliano prende forma il Parco delle chiese rupestri”

«Grazie ai Popolari con Emiliano, rappresentati in Consiglio regionale dal capogruppo Francesco La Notte e dall’assessore al Personale, Gianni Stea, si aggiunge un altro importante tassello per la creazione del Parco delle Chiese Rupestri sull’Alta Murgia. La Regione infatti ha stanziato 150 mila euro per la Chiesa rupestre di San Michele delle Grotte».

«Un primo passo – si legge in una nota dei Popolari con Emilianoper mettere in sicurezza il sito e rendere accessibile il giardino. In collaborazione con l’amministrazione comunale guidata dal sindaco Fedele Lagreca si lavora inoltre a un programma più ampio che intersecherà i percorsi naturalistici fatti di acqua e di pietra con i diversi siti rupestri, coinvolgendo tra l’altro il complesso delle Sette Camere, le chiese rupestri sul costone della Gravina sino al Ponte Viadotto Acquedotto. L’obiettivo è quello storico naturalistico che si interseca con lo sviluppo turistico tramite la valorizzazione del grande patrimonio artistico presente sul territorio».

«Già nei mesi scorso la Giunta regionale ha concesso a titolo gratuito la Chiesetta con annessi locali di pertinenze della ex Masseria Pescarella, nel territorio di Gravina in favore della Parrocchia San Domenico”.  “Si tratta di parte di un patrimonio dall’elevato valore storico, artistico e religioso di cui la nostra Regione è ricca e che deve essere recuperato e messo a disposizione delle comunità locali» sottolineano La Notte e Stea.

Promo