Carburanti, Centro Consumatori: “impatto su spesa famiglie in 2023 di +480 euro”

Il ancato rinnovo del taglio delle accise «obbliga ad aggiornare gli aumenti previsti per il 2023» per la spesa totale di una famiglia «che si assesteranno a +2.743 euro all”anno», di cui 480 euro riferibili ai carburanti sia direttamente che indirettamente. Lo scrive, in una nota, il presidente di Centro Consumatori, Rosario Trefiletti.

«Dopo l’azzeramento della detassazione sui carburanti –
spiega – e avendo consapevolezza che tale azzeramento non solo comporterà un aumento dei costi dei pieni di carburante pari a 360 euro annui ma, a causa dell’aumento dei costi di trasporto, si avrà una ricaduta sul tasso di inflazione pari a 0,9% in più. Infatti – continua Trefiletti – la completa cancellazione della diminuzione di 30,5 centesimi al litro sui carburanti con aggravio di tassazione per circa 12 miliardi annui per un consumo stimato di 40 miliardi di litri annui. Per questa decisione ci sarà una ricaduta di 480 euro in più annui a famiglia tra costi diretti per i pieni di benzina e costi indiretti per aumento costi trasporto e quindi sui prezzi, dato che nel nostro Paese oltre l’80% dei beni di consumo vengono trasportati su gomma. E ciò influirà per almeno un 0,9% sul tasso di inflazione che già veleggia attorno il 12%», conclude.

Promo