‘Medicina della complessità’ e ipertensione, convegno a Bari

‘Ipertensione Arteriosa e Medicina della Complessità’ è il tema dell’undicesimo convegno di formazione teorico pratica multidisciplinare sulla malattia ipertensiva in programma venerdì 20 e sabato 21 gennaio al Nicolaus Hotel di Bari.

«I pazienti complessi multipatologici – si legge in una nota – sono i nuovi malati all’attenzione del sistema salute perché la loro gestione è tra le maggiori sfide della sanità del futuro».

«Il medico della complessità, nuova figura preparata attraverso specifici corsi formativi, è il moderno professionista sanitario – precisano – capace di individuare strategie di cura e organizzare percorsi sanitari ad hoc per gestire la cronicit»”. Esperto in ‘Medicina della Complessità’, viene evidenziato, significa aver acquisito «le competenze necessarie per svolgere la propria attività secondo iter diagnostico terapeutici integrati, per affrontare in modo globale, nello stesso paziente, condizioni cliniche, psicologiche e sociali che interagendo tra di loro, producono situazioni complicate di malattia».

Obiettivi del workshop saranno quelli di formare e aggiornare «sulle strategie di gestione del rischio cardiovascolare e sul percorso decisionale da adottare in funzione del profilo di rischio individuale, con particolare interesse rivolto alle cure primarie ed alla gestione integrata ed interdisciplinare di questi pazienti».

Il convegno è presieduto e organizzato dal dottor Vito Vulpis (Uosd Medicina Interna d’Urgenza di ipertensione arteriosa e rischio cardiovascolare del Policlinico di Bari), coadiuvato da un comitato scientifico, sotto l’egida tra gli altri della Società italiana di ipertensione arteriosa (Siia), la Società italiana interdisciplinare per le cure primarie (Siicp) e dal Policlinico di Bari.

Promo