Carabinieri e Università terza età insieme contro truffe anziani

Fornire ai cittadini gli strumenti per difendersi dalle truffe mettendolo in grado di alzare il livello di difesa conoscendo meglio gli strumenti utilizzati dai truffatori per prevenire questo fenomeno che colpisce in particolare cittadini anziani e più fragili.

E” lo scopo della campagna di sensibilizzazione promossa dal Comando generale dell”Arma dei Carabinieri e che ha dato origine ad una collaborazione tra il Comando Provinciale Carabinieri di Bari e l”Università della Terza Età di Cassano delle Murge che hanno promosso un incontro dove è stato proiettato un breve filmato realizzato dal Comando Generale e il comandante della Compagnia carabinieri di Altamura, magg. Leonardo Pio Bochicchio ha illustrato le diverse modalità attraverso le quali i criminali riescono a carpire la fiducia delle persone per sottrargli danaro, oggetti preziosi ed altro. Bochicchio ha anche fornito alcuni consigli pratici per prevenirne la consumazione del reato ed ha affrontato anche il tema delle truffe on-line, soprattutto quelle con le finte email di Poste Italiane ed INPS.

Ai circa sessanta studenti è stato spiegato come comportarsi in determinate occasioni e come reagire quando si ha il sospetto di trovarsi di fronte ad un truffatore. La truffa è uno dei reati più insidiosi e difficili da perseguire. L”autore fa sempre leva sull”errore o la distrazione della vittima, condizioni che vengono indotte proprio da loro stessi, attraverso raggiri e con una falsa rappresentazione della realtà. Sul piano investigativo – sottolinea la nota – ci sono non pochi problemi, anche perché molte truffe non vengono denunciate, spesso per l”esiguità del danno ma anche per la vergogna.

Promo