Manifesto no vax sui social contro Decaro, Cuperlo e Mazzarano

Un manifesto contenente svastiche e messaggi diffamatori contro Gianni Cuperlo, candidato alle primarie per la segreteria del Pd, il consigliere regionale Michele Mazzarano e il sindaco di Bari e presidente Anci, Antonio Decaro, firmato con la doppia ‘V‘ cerchiata, simbolo no Vax, è stato diffuso attraverso Telegram.

E’ accaduto a poche ore dalla presa di posizione dei rappresentanti del Pd che condannavano le minacce e gli atti di vandalismo perpetrati all’indirizzo della Cgil di Bari e della sua segretaria. E’ stato Mazzarano a rendere noto con un post su Facebook l’episodio del manifesto in cui compaiono le foto dello stesso consigliere regionale, di Cuperlo e di Decaro con una svastica sulla fronte e la scritta «Sono un bugiardo nazista e sostengo la dittatura nazi-sanitaria».

Dopo «la Cgil – commenta Mazzarano – oggi tocca al Pd entrare nel mirino dei Vi-Vi che inondano la rete con svastiche e messaggi diffamatori come quelli che nei giorni scorsi hanno sfregiato la segretaria della Cgil di Bari Gigia Bucci. È evidente la matrice neofascista e squadrista che si nasconde dietro questi sedicenti ‘no vax’ e complottisti della domenica. Chi invece resta in silenzio o liscia il pelo, con atti di governo, a posizioni negazioniste e antiscientifiche, diventa corresponsabile e complice».

Promo