Bonus Covid, Perrini: “È passato anche gennaio e gli operatori sanitari non l’hanno ancora ricevuto”

«Essere facili profeti con questo governo regionale è facilissimo, perché le loro promesse si rivelano sempre dei grandi bluff! Ma quando si prendono in giro 1.500 operatori della sanità fra dipendenti della Sanitaservice e autisti del 118 alle dipendenze delle associazioni di volontariato, che tre anni fa erano considerati ‘eroi’, lo ritengo vergognoso» – lo dichiara il consigliere regionale di FdI Renato Perrini, vice presidente della Commissione sanità.

«Dieci giorni fa avevo sollecitato l’assessore alla Sanità, Rocco Palese, a tener fede a una promessa fatta il 28 maggio 2020 quando la Regione decise, previo accordo con i sindacati, di prevedere per gli operatori sanitari covid-19 un bonus premio. All’epoca erano c’erano 29 milioni di euro messi a disposizione dal Governo Conte, e sei milioni presi da risorse regionali».

«I 1.500 operatori suddetti sono ancora in attesa di riceverlo, ogni volta c’è una scadenza che slitta, l’ultima era il 31 gennaio scorso. E ancora una volta è andata disattesa. C’è un problema di reperimento di fondi? C’è chi ritiene che non debba essere erogata? C’è qualcuno che si rifiuta di firmare? Palese inizi a rilasciare ‘Bonus verità’ perché continuare a prendere in giro queste persone non è più tollerabile».

News dal Network

Promo