Le Grotte di Castellana si mettono in vetrina con la prima edizione di FamTrip

 Destagionalizzazione e diversificazione sono le linee lungo le quali si muoverà la società Grotte di Castellana per l’offerta di questo 2023. Due motivi per ampliare, modificare e arricchire un’offerta già ricca che dura tutto l’anno e che riguarda visitatori di ogni età. 

Per questo nell’ultimo fine settimana, venerdì 3 e sabato 4 febbraio, in collaborazione con Comune di Castellana Grotte, Aps Sirio, Aps Sottosopra, Gruppo Puglia Grotte e Alephtheatre, le Grotte si sono messe in vetrina. Due giorni di open day per gli operatori del turismo esperienziale, leisure e luxury, e per i referenti delle scuole che hanno vissuto l’offerta turistica 2023 tra visite, repliche di Hell in the Cave e laboratori didattici. 

La prima edizione di “FamTrip – Experience e Lab”, ha accolto circa 30 operatori per promuovere e rilanciare segmenti di offerta attualmente in ombra e rendere l’offerta attuale maggiormente competitiva. 

Il programma di attività open, che ha mostrato l’offerta turistica a 360°, si è aperto con l’accoglienza nel Museo Anelli, per proseguire con la visita in grotta, la Speleo Adventure, lo spettacolo aereo-sotterraneo Hell in the Cave e una cena in un ristorante tipico. 

Diverse le esperienze del secondo giorno dedicato alle scuole di tutta la Puglia, da Vieste a Lecce, da Foggia a Brindisi. I dirigenti, i referenti e gli alunni che hanno partecipato, hanno avuto innanzitutto accesso ai laboratori che porteranno i bambini e le bambine, i ragazzi e le ragazze, dal sottosuolo alle stelle, perché la visita alle Grotte possa essere il più istruttiva possibile e adatta agli studenti delle scuole di ogni ordine e grado.

Per la scuola dell’infanzia sono previsti i laboratori didattici “Fa-volando” e “H2Oltre – La storia di un’amica chiamata Gocciolina”. Il primo, come fosse una favola, serve a raccontare ai più piccoli l’ambiente sotterraneo e la sua creazione; il secondo servirà a spiegare loro i fenomeni ipogei ed epigei che regolano il fenomeno “carsismo”.

Per la scuola primaria e secondaria di primo grado invece, veri e propri tour: i laboratori “Geotour” “Grotta school” e “Grotta bianca school”. Passeranno così da un itinerario breve, ad uno parziale, sino a vivere un’esperienza didattica unica nel suo genere, a 70 metri di profondità, attraverso l’itinerario completo che li porterà sino alla Grotta Bianca. 

Infine, l’offerta per le scuole secondarie di secondo grado che potranno visitare le Grotte attraverso il “Geotour”, il “Grotta school” e il “Grotta bianca school”, ma anche attraverso il laboratorio “Cave & stars” durante il quale sarà svelato il concetto del “tempo” rimarcando il legame tra tempo geologico e tempo astronomico. 

Per loro anche l’esperienza di “Hell in the Cave”, il più grande spettacolo aereo sotterraneo del mondo che unisce danza, voci, suoni e luci nella scenografia naturale delle Grotte di Castellana, per immergersi letteralmente nell’Inferno dantesco. 

Nella due giorni di “FamTrip” gli operatori e i dirigenti scolastici hanno potuto così testare i nuovi pacchetti, strutturati ad hoc per le scolaresche, che comprendono una esperienza integrata tra grotte e laboratorio didattico con strumenti innovativi ed interattivi.

«Abbiamo fatto conoscere le Grotte a chi non aveva ancora avuto modo di visitarle – ha affermato Francesco Manghisi, presidente delle Grotte di Castellana srl – paradossalmente c’erano anche alcuni tour operator che non erano mai venuti a visitarle pur offrendo ai loro clienti il pacchetto che le prevedeva. Con orgoglio posso dire, a dimostrazione dell’interesse che la nostra offerta suscita, che in questi giorni abbiamo già avuto numerose prenotazioni da parte delle scuole pugliesi in questi giorni. Siamo pronti ad affrontare un 2023 ricco di esperienze e novità».

News dal Network

Promo