Sciopero Trenitalia, sindacati dei lavoratori, in Puglia “adesione al 90%”

Si attesta al 90% in Puglia l’adesione allo sciopero dei lavoratori di Trenitalia.

Lo confermano fonti sindacali. Tra i temi al centro della mobilitazione quello della sicurezza, relativo alle aggressioni subite dal personale, e della presunta assenza di un piano assunzioni.

    Soddisfazione per la massiccia adesione è espressa da Franco Spinelli, segretario generale Fit-Cisl Puglia.

«Ci sono una serie di richieste fatte dalle segreterie nazionali e temi sui quali Trenitalia si è defilata, ad iniziare dalla sicurezza e aggressioni, passando poi al piano industriale d’investimento sulle officine ed alle assunzioni. Tutte criticità più volte segnalate. C’è da dire – afferma Spinelli – che al momento il capitale umano è inferiore rispetto alle necessità».

 «Ferrovie dello Stato in questo momento – afferma il segretario generale della Filt Cgil Puglia, Giuseppe Guagnano – non può continuare a chiudere bilanci positivi, e poi far diventare tutto complesso quando si tratta della tutela dei lavoratori. La questione delle aggressioni sul personale sta diventando intollerabile”. “E’ necessario che l’azienda si doti di personale- continua – soprattutto all’interno delle stazioni dove si può fare anche una selezione di chi utilizza i treni. L’altra questione importante è riferita ai turni ed allo stresso di lavoro impressionante, così come i ritardi per i rinnovi contrattuali».

News dal Network

Promo