Ciliento: “I cattolici in politica sono presenti nei diversi schieramenti da destra a sinistra”

Nota della consigliera regionale del PD Debora Ciliento:

«In politica i cattolici sono presenti nei diversi schieramenti da destra a sinistra. L’idea di confinare i valori cattolici in un recinto chiuso della politica è un ritorno al passato, una restaurazione della politica che non legge l’evoluzione della società e del pensiero cattolico. Partendo dai valori costituzionali, mi chiedo, qual è il contributo dei valori cattolici nell’azione politica?  E allora mi piace rispondere in quanto cattolica praticante e da pochi anni direttamente coinvolta in ruoli politici».

«La Politica, come sosteneva Paolo VI, è la forma più alta della Carità, è con questo spirito di servizio a favore del bene comune che deve essere intesa; il vero politico è colui che serve la politica no che si serve della stessa. Nel messaggio di pace del 2019 Papa Francesco scrive: “La buona politica è al servizio della pace”, in quel messaggio si parla delle virtù del politico e della costruzione di percorsi di Pace. Certamente un cattolico nel momento in cui aderisce ad un partito porta la sua testimonianza di servizio.  In tanti mi chiedono perché, da cattolica, ho sostenuto la candidatura a segretaria del Partito Democratico Elly Schlein. Se si legge l’enciclica “Laudato Si” o “la Fratelli tutti” di Papa Francesco si parla di tutela del creato, di casa comune di tutela delle persone. Sono i temi di cui sta parlando la segretaria e sono i temi in cui mi riconosco e che mi fanno vivere la politica come servizio. Strumentalizzare le scelte personali della segretaria non ha nulla a che fare con la buona politica».

«In questi giorni si sta parlando di accoglienza dei migranti, proprio dalla Puglia si levano forti le parole di don Tonino Bello “La convivialità delle differenze” ecco queste parole parlano di accoglienza e condivisione. Un cattolico in politica deve esserci, saper testimoniare uno stile di vita, tradurre il potere dei segni e non seguire i segni del potere. Essere cattolici in politica è ascolto dei bisogni delle persone, delle famiglie, del mondo del lavoro, per ritrovare la speranza nel cuore delle nostre comunità».

News dal Network

Promo