Emiliano: con la nuova Agenzia regionale “Arti” migliorerà il fatturato in Puglia

L’Agenzia Arti, l’Agenzia regionale pugliese per la Tecnologia e Innovazione, si trasforma in Agenzia regionale per la Tecnologia, l’innovazione e il trasferimento tecnologico.

La novità è stata presentata questa mattina in conferenza stampa dal presidente della Regione, Michele Emiliano. Il trasferimento tecnologico è quel pezzo che va dalla brevettazione o dalla conclusione di ricerca pura, fino alla produzione e al mercato.

«Arti – ha detto Emiliano – era l’Agenzia per l’innovazione tecnologica, un soggetto di grandissima esperienza ed efficacia che ha sempre sostenuto l’individuazione di processi tecnologici che potessero migliorare la nostra vita. Oggi si aggiunge a questa funzione anche il trasferimento tecnologico, cioè progetti specifici realizzati di concerto con le altre agenzie regionali e altri soggetti pubblici interessati per individuare e brevettare, dopo la ricerca, processi e innovazioni che possono essere trasferiti all’interno di un’attività di impresa. Quindi, migliorando ancora di più il fatturato della Puglia». La nuova Agenzia ha come obiettivi quello di rafforzare il sostegno ai processi di accompagnamento di nuova impresa innovativa, con particolare attenzione alle fasi successive allo start-up; sostenere il ruolo ed il protagonismo dei giovani nello sviluppo della dimensione imprenditoriale dell’innovazione sociale; rafforzare la capacità degli organismi di ricerca di individuare e validare soluzioni tecnologiche e risultati di ricerca con elevato potenziale di trasferimento al mercato. La nuova Arti avrà un consiglio di amministrazione al posto del presidente, un direttore generale e un revisore unico al posto del collegio dei Revisori dei conti. Permane il Comitato scientifico. Commissario straordinario della nuova struttura è stato designato il presidente uscente, professore Vito Albino.

News dal Network

Promo