Castellana Grotte: il trasferimento del mercato contestato da operatori e associazioni di categoria

Non piace ai commercianti ed alle Associazioni di Categoria la decisione del comune di Castellana Grotte di trasferire il mercato settimanale in area ritenuta inidonea e penalizzante, anche per gli utenti e consumatori.

A fronte di numerose richieste di incontro, puntualmente ignorate dall’Amministrazione comunale, gli Ambulanti e le loro Associazioni di Rappresentanza contestano anche le modalità con le quali il comune vorrebbe procedere con il trasferimento.

Mentre l’ufficio comunale invita gli Operatori alla scelta dei posteggi già i prossimi mercoledì 10 e giovedì 11 maggio 2023, dall’Associazione CasAmbulanti invitano il Sindaco, il Dirigente ed il Responsabile Suap a sospendere, in autotutela, le procedure di riassegnazione dei posteggi.

Nella nota inviata anche al Prefetto di Bari ed al competente Ufficio regionale, il Presidente Savino Montaruli contesta il mancato rispetto della legge regionale, del relativo Regolamento e della regolamentazione comunale. In particolare si contesta la procedura relativa all’elaborazione delle graduatorie degli aventi diritto ed il mancato rispetto delle norme regionali in materia di trasferimenti provvisori dei mercati.

Mercoledì 10 maggio, in assenza di riscontro alla nota inviata dal Presidente domenica 7 maggio alle suddette Autorità, sarà lo stesso sindacalista a notificare personalmente al comune di Castellana Grotte la formale contestazione già inviata a mezzo Pec.

Una situazione molto delicata che ha visto gli ambulanti del mercato settimanale già penalizzati nel periodo Covid e che ora non tollerano decisioni irriguardose ed irrispettose della legge.

Nelle prossime ore altre contestazioni arriveranno al comune che si auspica possa agire in autotutela sospendendo tutte le procedure in corso, contestate.

News dal Network

Promo