Bari: Perruggini (Oss. Anni di piombo), ‘scritte irresponsabili, trovare responsabili’*

«Squilibrati, irresponsabili guidati da cattivi maestri che vogliono sovvertire lo stato e distruggere la democrazia. Bari e la Puglia hanno versato troppo sangue in tante circostanze. Speriamo in una immediata individuazione e condanna dei responsabili e dei loro mandanti». Lo afferma Potito Perruggini Ciotta, nipote del Brigadiere Giuseppe Ciotta, ucciso a Torino il 12 marzo 1977 e presidente Osservatorio nazionale “Anni di piombo”per la Verità storica, commentando la scritta choc comparsa a Bari.

«Non possiamo permetterci leggerezze nelle valutazioni – conclude – Il momento storico che stiamo attraversando è già troppo ricco di tensioni anche a livello internazionale. Mantenere la calma e gli equilibri è fondamentale per attraversare indenni questo mare in tempesta».

Promo