A Bitonto tre appuntamenti per la sesta edizione della Settimana della Biodiversità pugliese

Il Comune di Bitonto aderisce con il progetto “Bio-Storie” alla Settimana della Biodiversità pugliese (Agricoltura, Alimentazione e Ambiente), il programma di incontri, eventi, visite guidate, seminari open day e attività con le scuole dedicato alla (bio)diversità in Puglia.

L’iniziativa è organizzata dall’Assessorato all’Agricoltura della Regione Puglia insieme al Dipartimento di Scienze del suolo, della pianta e degli alimenti (Di.S.S.P.A.) dell’Università degli Studi di Bari e si avvale della collaborazione degli enti di ricerca e dei dipartimenti universitari pugliesi impegnati in attività di ricerca sulla biodiversità.

La sesta edizione della manifestazione regionale si svolgerà dal 20 al 26 maggio 2023 in concomitanza della “Giornata nazionale della biodiversità di interesse agricolo e alimentare”, istituita dalla legge n. 194/2015, che si celebra ogni anno il 20 maggio.

Nel tempo la Settimana della Biodiversità è diventata un appuntamento di gran richiamo per i cittadini pugliesi e non solo, grazie al nutrito programma di eventi per scoprire, raccontare e conoscere la ricca biodiversità della Puglia, che vede il coinvolgimento di importanti esponenti del mondo della ricerca e della divulgazione scientifica.

Numerose anche le attività dedicate a bambini e ragazzi con l’obiettivo di sensibilizzarli ai temi della terra, della biodiversità e del rispetto della natura.

A Bitonto il progetto “Bio-Storie”, promosso dall’Assessorato comunale all’Agricoltura, propone tre appuntamenti.

Si comincia lunedì 22 maggio (alle ore 18 nell’auditorium del Liceo scientifico “Galileo Galilei”) con “Cos’è la biodiversità?”, momento divulgativo di presentazione della Settimana della Biodiversità pugliese con la proiezione del documentario “Madre nostra” di Lorenzo Scaraggi.

All’incontro, introdotto dal sindaco Francesco Paolo Ricci e dalla dirigente scolastica Angela Pastoressa, interverranno il regista Lorenzo Scaraggi e il ricercatore del CNR Pierfederico La Notte, che è il responsabile scientifico del progetto “Recupero del germoplasma viticolo pugliese (Re.Ge.Vi.P.)”.

Martedì 23 maggio (alle ore 18 in Biblioteca comunale) è in programma il convegno “Ricerca storica. Recupero del germoplasma e prospettive di valorizzazione di antiche coltivazioni locali a Bitonto”.

I ricercatori Costantino Pirolo e Pierfederico La Notte presenteranno due relazioni: “Il ruolo delle ricerche storiche nelle strategie di recupero, studio e valorizzazione del germoplasma locale in Puglia” e “Il progetto Re.Ge.Vi.P. – Sulle tracce del germoplasma locale nell’antica storia vitivinicola di Bitonto”.

“Il progetto Re.Ger.O.P. – Dal recupero alla valorizzazione degli olivi autoctoni pugliesi” è il titolo dell’intervento curato dalla responsabile scientifica del progetto Cinzia Montemurro.

Infine Marino Pagano e Carmela Minenna, presidente e componente del direttivo del Centro Ricerche Storia e Arte Bitonto, parleranno del ruolo del Centro per la ricerca storica e scientifica sul territorio di Bitonto.

A chiudere i lavori del convegno l’intervento dell’assessore all’Agricoltura Francesco Brandi.

L’appuntamento conclusivo di “Bio-Storie” è fissato alle ore 17 del 25 maggio alla Masseria Lama Balice con “Le lame come magazzino di biodiversità. Fotoracconti biodiversi”, momento divulgativo con il biologo Rocco Labadessa e la fotografa naturalista Anna Floriana Garofalo.

«La diversità – dichiara l’assessore Brandi – è un valore da preservare, nella natura come nella società. Sarebbe importante che la Settimana della Biodiversità fosse occasione di incontro e confronto di quanti lavorano in vario modo per conoscere e promuovere il meraviglioso mondo della biologia di piante ed animali. Chissà che se ne tragga insegnamento per gli esseri umani!».

News dal Network

Promo