Bitonto: si finge carabiniere e corriere per rubare in un negozio, arrestato

Un uomo di 53 anni di Bitonto è stato arrestato dai carabinieri e sottoposto ai domiciliari con tre diverse accuse: una truffa con usurpazione di funzioni pubbliche, una tentata truffa e una rapina. Stando a quanto si apprende, i militari del posto hanno eseguito una misura cautelare emessa dal gip del Tribunale di Bari su richiesta della Procura, dopo le indagini che hanno portato alla sua identificazione di presunto truffatore e rapinatore. Gli episodi sono stati ricostruiti grazie alle telecamere di videosorveglianza e altre attività tecniche.

Il primo episodio è avvenuto a gennaio quando l’uomo, fingendosi un carabiniere del Nas che stava effettuando un controllo ispettivo, si è presentato in un negozio di erboristeria e con il pretesto di contestare una sanzione amministrativa è riuscito a farsi consegnare prodotti esposti per la vendita e denaro contante per un valore complessivo di circa 400 euro. Qualche giorno dopo, però, ha commesso il passo falso di presentarsi nello stesso esercizio fingendosi un corriere e chiedendo un pagamento di 155 euro ma è stato riconosciuto e allontanato.

A febbraio, ancora una volta nello stesso negozio, ha commesso una rapina portando via il portafogli del titolare. A marzo, infine, nel centro storico si è reso responsabile del furto di borse esposte nella vetrina di un negozio (per questo episodio è stato identificato dal commissariato di Polizia di Bitonto). Per le varie vicende, quindi, è finito agli arresti domiciliari.

News dal Network

Promo