Bari: adescava vittime sul web, durante incontri le derubava, obbligo dimora per 31enne

Adescava le vittime su una applicazione web di incontri per poi derubarle. L’uomo, un 31enne della provincia di Bari, è stato denunciato e sottoposto, sulla base di una misura cautelare, all’obbligo di dimora nel proprio comune di residenza. A seguito di un ‘colpo’ commesso ad Andria, è stato identificato dagli agenti dell’Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico della Questura di Barletta-Andria-Trani. Il modo di agire era ormai collaudato e rodato, oltre che efficace. Le indagini sono partite da una denuncia presentata da un uomo di Andria, il quale ha dichiarato di essere stato adescato su un’app di incontri da un ragazzo, con nickname ‘Mahico’, che gli aveva proposto di raggiungerlo a casa sua, cioè della vittima, sempre ad Andria. Una volta giunto, quello che si è poi rivelato un uomo giovane dapprima ha chiesto di usare il bagno.

Poi ha proposto al proprietario di casa di fumare una sigaretta in terrazza, quindi ha detto di dover tornare per un momento all’interno della casa per fare una telefonata a moglie e figlia. Infine, con la scusa di dover inviare una foto alla moglie, è sceso in strada, dove aveva parcheggiato l’auto. Il proprietario di casa, insospettitosi del fatto che il suo ospite ci mettesse più tempo del previsto, è rientrato in casa e si è accorto che un cassetto era stato lasciato aperto, mentre un marsupio, da lui utilizzato per gli effetti personali, era stato frugato. Ha tuttavia dovuto amaramente constatare di essere stato derubato di denaro contante per oltre 500 euro, documenti di riconoscimento e carte di credito. Il presunto ladro si era, però, dimenticato su un tavolo all’ingresso un portatessere con, all’interno, documenti, tessere e carte di credito riconducibili ad un altro uomo, di età più avanzata. L’indagine ha accertato la circostanza che la persona riconducibile al documento era stata, a sua volta, vittima di un raggiro in quanto era stato adescato dal presunto truffatore nei pressi dello stadio “San Nicola” di Bari.

Qui si era appartato in auto con l’adescatore il quale poi, simulando un’emergenza, si era allontanato di fretta lasciandolo solo. Si era poi accorto di essere stato derubato del portatessere. IL presunto autore dei furti è stato identificato per un 31enne della provincia di Bari con numerosi precedenti per rapina, estorsione, truffa, circonvenzione di incapace, indebito utilizzo di carte di credito. Le vittime venivano spesso adescate e raggirate con gli espedienti più subdoli e fantasiosi; il riconoscimento fotografico da parte delle due vittime ha permesso la denuncia a piede libero. La Procura di Trani ha coordinato le indagini dell’Ufficio generale e prevenzione della Polizia di Stato e ha formulato la richiesta di misura cautelare disposta dal Tribunale.

News dal Network

Promo