Calcio Bari, un punto di platino: il match contro lo Spezia ridimensiona le ambizioni biancorosse

Una nuova brutta prestazione, un risultato negativo e che addensa ulteriormente le nubi sulla città di Bari. Beppe Iachini e i suoi uomini escono dalla sfida contro lo Spezia con un solo punto, prezioso visto l’andamento della gara. Un primo tempo a senso unico: i liguri dominano il campo e si rendono pericolosi in più di qualche occasione, costringendo Brenno a delle parate importanti. I biancorossi fanno fatica a superare la propria metà campo e vivono un primo tempo di totale sofferenza. La ripresa si apre con un errore madornale della difesa del Bari che porta al vantaggio degli ospiti: un lancio di Filip Jagiello pesca Ales Mateju, che riesce a districarsi tra le casacche degli uomini biancorossi e a battere Brenno.

Il gol mette in luce tutte le difficoltà d’adattamento dei giocatori di Iachini al nuovo modulo, ma questo è una delle innumerevoli difficoltà mostrate dal Bari nel match. La reazione dei padroni di casa è solo di pancia e di volontà, non c’è nulla di tecnico o di organizzato. Giuseppe Sibilli, come al solito, si carica sulle spalle la squadra e batte il portiere avversario grazie ad una conclusione dalla distanza nettamente deviata. Lo Spezia, da qui in avanti, controlla la gara e il Bari non prova neanche ad offendere la squadra avversaria. Arriva una pareggio d’oro, per ottenere la salvezza.

Foto: SSC Bari

News dal Network

Promo