Suicidio in divisa, un incontro a La Madonnina Life e Care: analisi del fenomeno, il reato e la proposta di legge

Un fenomeno silenzioso, ma che con i suoi numeri purtroppo sempre più crescenti è diventato una realtà non così facile da ignorare. Il suicidio in divisa è la peggiore risposta ad un sistema basato su una legislazione preventiva completamente inadeguata, oltre che di una conseguenza sanzionatoria ricca di lacune. Da qui si diramano punti di incontro, ma anche delle differenze importanti sulle quali è giusto riflettere. In passato temi psicologici sono stati affrontati per riuscire a portare alla luce le cause più frequenti, scoprendo che i tentativi sono un numero decisamente superiore rispetto alla riuscita dell’atto. A livello mentale ci sono la persecuzione e la frustrazione di un mondo completamente gerarchico e complicato da sostenere, mentre a livello pratico invece c’è la disponibilità di un oggetto che appare essere l’unica soluzione di evasione da una realtà attanagliante.

Questi sono alcuni tempi che verranno affrontati il prossimo 15 marzo 2024 alla sala convegni di Bari La Madonnina Life e Care (viale Loius Pasteur, 18). Interverranno all’evento l’avvocato Antonio Maria La Scala sul reato di istigazione al suicidio con relativa proposta di legge e l’avvocatessa Laura Lieggi soffermandosi sulla lunghezza dei processi, analizzando anche il caso Paolillo. L’evento è stato curato e organizzato dalla dottoressa Francesca Rodolfo.

News dal Network

Promo