Spazio Murat. Tutti gli appuntamenti nell’ambito della mostra “Visioni, passioni, legami. Diego De Donato editore”

Continuano a Spazio Murat gli eventi nell’ambito di “Visioni, passioni, legami. Diego De Donato editore”, la mostra dedicata alla casa editrice barese in programma fino al 7 aprile.  Sei incontri sulla ricerca storica e la memoria accoglieranno i visitatori grazie al contributo della Fondazione Gramsci, i cui archivi custodiscono i preziosi documenti in questi giorni in esposizione. 

Dopo il successo del primo appuntamento del 15 marzo, oggi, mercoledì 20 marzo alle ore 17.00, sarà la volta della tavola rotonda  sul tema “Editori a Bari. Storie, ambizioni, prospettive”, con gli interventi di Nicola Cacucci, Luciano Canfora, Claudia Coga, Alessandro Laterza e Maddalena Tulanti. 

Sabato 23 alle ore 18.00 si ripercorreranno invece i 65 anni di Arci in Puglia con il presidente nazionale dell’Arci Walter Massa, Francesco Digregorio, presidente Arci Puglia, Davide Giove e Vito Saracino, autore del libro “Casa Arci”. Si continua lunedì 25 marzo, alle ore 18, con Rosalba Branà, Oscar Iarussi, Licia Lanera, Enzo Mansueto, Giusy Ottonelli, Antonio Princigalli, Gianluigi Trevisi e Luigi Quaranta in conversazione per “Cosa abbiamo fatto qui. Due decenni di vita culturale a Bari”.

Martedì 26 marzo alle ore 15 la tavola rotonda in collaborazione con l’Università degli studi di Bari verterà poi sul tema “La mobilità umana attraverso il mar Mediterraneo”, con Celeste Pesce e Michela Camilla Pellicani. 

Giovedì 4 aprile alle ore 18 sono attesi Borut Klabjan e Gorazd Bajc, autori del volume “Battesimo di fuoco. L’incendio del Narodni dom di Trieste e l’Europa adriatica nel XX secolo. Storia e memoria”, con la partecipazione di Federico Imparato, Giuseppe Spagnulo e Luciano Monzali. Infine, venerdì 5 aprile doppio appuntamento: alle ore 11 ci sarà la lezione di Giuliano Garavini e Giampaolo Conte, docenti dell’Università di Roma Tre, su “Sud globale e globalizzazione. A 50 anni dal nuovo ordine economico internazionale”; alle ore 15.30 toccherà invece all’incontro “Leggere gli anni 70 cinquant’anni dopo: lavoro, giovani storie e memorie”, con Carlo Spagnolo, Gigia Bucci,  Giuliano Garavini, Gianni Forte e Antonio Bonatesta.

La mostra

 “Visioni, passioni, legami. Diego De Donato editore” è un viaggio che racconta l’itinerario intellettuale di un punto di riferimento storico per la vita culturale di Bari, attraverso le case editrici Leonardo Da Vinci (1949-1965) e De Donato editrice (1966-1983). Oltre a libri, carte d’archivio, video montaggi, cataloghi in digitale e video testimonianze, ad arricchire la mostra ci sono due esposizioni fotografiche, omaggio al capoluogo pugliese: Bari vecchia 1972 (14 fotografie di Agnese De Donato) e Bari in trasformazione (12 fotografie dall’Archivio di Michele Ficarelli conservato presso l’Archivio di Stato Bari).

Sono sei le sezioni della mostra, che distinguono l’evoluzione e la ricchezza dei temi trattati dalla casa editrice: Imprese, Orizzonti, Letterature, Dissensi e Marxismi, Sapere e Politica, Passato e Presente.

La mostra è stata ideata e realizzata dalla Fondazione Gramsci con il contributo della Regione Puglia, con il patrocinio della Città di Bari e dell’Università degli Studi di Bari Aldo Moro, con la collaborazione dell’Archivio di Stato di Bari, della Soprintendenza archivistica e bibliografica del Lazio, della Soprintendenza archivistica e bibliografica della Puglia, della Fondazione Gramsci di Puglia e di Spazio Murat.

News dal Network

Promo