Molodkin all’Università di Bari. “Quando l’arte è bandiera di libertà, identità, dignità della vita”

Un evento di eccezione, presso il Palazzo di Giurisprudenza sabato 13 aprile 2024, ore 9.30, il talk “Quando l’arte è bandiera di libertà, identità, dignità della vita”, organizzato dall’Università degli Studi Aldo Moro di Bari, nell’ambito dei progetti PRIN 2022: ospite di eccezione, l’artista russo Andrei Molodkin, attualmente militante in progetti di grande portata politica e sociale, rilanciati dalla stampa internazionale,

L’incontro pubblico è occasione per presentazione dei tre cataloghi di mostre del progetto Circuito del Contemporaneo diretto da Giusy Caroppo, inseriti nella linea editoriale “Leggi la Puglia” del Consiglio Regionale della Puglia e il coordinamento della Sezione Biblioteca e Comunicazione Istituzionale, editi da Rotas. VICTORY OF DEMOCRACY di Andrei Molodkin, INHUMAN con Kendell Geers, Oleg Kulik e Andres Serrano e il progetto speciale HEIMAT | SHARING THE LAND di Jasmine Pignatelli e SCHIAVULLI (SOLO) EXHIBITION di Francesco Schiavulli.

Le conversazioni riallacceranno il dialogo con il tema del convegno tenutosi  – in piena pandemia – durante l’esposizione “Inhuman”; declinato in tre panel moderati da Luigi Pannarale, Professore di “Sociologia del diritto” dell’Università degli Studi “Aldo Moro” di Bari e vice Presidente della Società Italiana di Filosofia del Diritto e promotore dell’iniziativa  e Giusy Caroppoi. Ospite speciale l’artista russo Andrei Molodkin, che ha in corso il progetto “Dead Man’s Switch” (L’interruttore dell’uomo morto), dedicato al Julian Assange, fondatore di WikiLeaks e attualmente in custodia cautelare a Belmarsh, carcere di massima sicurezza di Londra; l’artista sarà affiancato da Arianna Mondin, coordinatrice di progetti speciali presso The Foundry, spazio per l’arte radicale con sede in Francia e diretto da Molodkin.

Nel talk intervengono: la curatrice belga Barbara De Coninck, filologa, performer, scrittrice che ha anche diretto la compagnia di Jan Fabre, Troubleyn dal 1995 al 2001 e ha curato la mostra personale di Francesco Schiavulli a Barletta; Maria Giovanna Mancini, Professoressa associata di Storia dell’Arte contemporanea e Storia della Fotografia, UniBA con un focus sulla ricerca di Andres Serrano; gli artisti Jasmine Pignatelli e Francesco Schiavulli; Anna Vita Perrone, Dirigente Sezione Biblioteca e Comunicazione istituzionale del Consiglio regionale della Puglia. 

Porteranno i saluti istituzionali, Stefano Bronzini, Rettore dell’Università degli Studi “Aldo Moro”, Professore straordinario di Lingua e letteratura inglese, Andrea Lovato, Direttore del Dipartimento di Giurisprudenza dell’UniBA, Professore ordinario di Storia del diritto romano, Francesco Paolo Sisto, Sottosegretario di Stato alla Giustizia, Paolo Ponzio, Presidente del Teatro Pubblico Pugliese, Professore ordinario di Storia della filosofia e Direttore del Dipartimento di ricerca e innovazione umanistica dell’UniBA, Aldo Patruno, Direttore generale del Dipartimento Turismo, Economia della Cultura e Valorizzazione del Territorio della Regione Puglia; Pietro Di Terlizzi, Direttore dell’Accademia di Belle Arti di Foggia; Michele Giangrande, Professore e consigliere accademico dell’Accademia di Belle Arti di Bari; Stefano Faccini, Presidente di Eclettica Cultura dell’Arte, altri rappresentanti di enti e partner delle mostre. 

L’incontro, che sarà possibile seguire on line sui canali dei partner, è aperto al pubblico e agli studenti, a cui saranno attribuiti crediti formativi, con ingresso libero sino ad esaurimento posti. 

Informazioni www.circuitodelcontemporaneo.it  ei canali delle istituzioni coinvolte.

News dal Network

Promo