Bari, arresti Pisicchio: entro martedì gli interrogatori

Sono attesi entro martedì prossimo gli interrogatori di garanzia dei fratelli Pisicchio, arrestati il 10 aprile scorso assieme ad altre tre persone poiché accusati aver pilotato cospicui finanziamenti regionali ad alcune imprese in cambio di varie utilità (tra cui numerose assunzioni di famigliari e militanti politici) e attraverso polizze fideiussorie false fornite da un sedicente broker. 

Stando a quanto si apprende, gli interrogatori non sono stati ancora fissati dalla gip che ha firmato i provvedimenti cautelare ma è probabile che si svolgano entro il prossimo martedì. In totale, ammonta a 15 il numero delle persone indagate mentre dalle carte al vaglio degli investigatori emergerebbe anche un litigio in casa dei due fratelli indagati – con tanto di intercettazione – riguardo la rivendicazione del merito dell’assunzione del figlio di uno dei due all’interno dell’azienda attiva nel settore della sicurezza informatica, che riuscì ad ottenere un finanziamento della Regione Puglia da 9 milioni di euro, pari alla metà dell’ammontare totale dell’importo. E alla stessa azienda – nonché all’altra – sarebbero riconducibili anche 156mila euro considerati frutto dell’illecito finanziamento del movimento “Iniziativa democratica”. Parte di quella somma, 65mila euro, era stata trovata nel luglio 2020 in un bidone della spazzatura in casa Pisicchio. (Fonte: Antennasud)

News dal Network

Promo