L’Abc della Cittadinanza democratica

Avete mai sentito parlare dell’Abbecedario della Cittadinanza democratica? 

Si tratta di un progetto innovativo finalizzato ad avviare processi di cittadinanza attiva, promuovere una valorizzazione congiunta dei beni naturali e culturali e, per ultimo, ma non per importanza, collegare istruzione e apprendimento permanente. 

Il progetto in questione, diretto dalla prof.ssa Annalisa Caputo, ha vinto il Bando competitivo di Ateneo “Horizon Europe Seeds”, e attualmente è finanziato dal Fondo per la promozione e lo sviluppo delle politiche del Programma Nazionale per la Ricerca assegnato proprio all’Università degli Studi di Bari “Aldo Moro”.

Il progetto, in connessione con le politiche UE, arrivato a Bari, ha visto 9 scuole partecipanti, ovvero i licei baresi “Flacco”, “Scacchi”, “Bianchi Dottula”, il liceo “Da Vinci” (Bisceglie), le secondarie di I grado “Massari Galilei” (Bari) e “N. Festa” (Matera), gli Istituti tecnici “Lenoci” e “Marconi”, gestire ognuna a modo proprio le tematiche selezionate. Il 12 aprile si è tenuto l’ultimo di tre incontri, avvenuti nel corso di tre giorni consecutivi, e si è svolto nella prestigiosa cornice dell’Aula Magna dell’Ateneo barese che ha ospitato alcune classi del “Flacco” di Bari (IV A, B, F; I C, F; II C, F; III A; V B), guidate dal docente referente, prof. Francesco Fiorentino, e con la collaborazione del Circolo delle Comunicazioni Sociali “Maurogiovanni”. 

Lo scopo dell’incontro ha riguardato un’attenta riflessione su 5 parole chiave: comunicazione, gioco, rinascita, fragilità, sogno. La classe II C, dando il via al confronto, si è concentrata sul tema della comunicazione, facendo tesoro di tutte le informazioni apprese durante le ore scolastiche, creando delle app destinate agli adolescenti, con focus sulle insidie della rete e sulla corretta funzionalità di Internet e dei Social. La IV B si è soffermata invece sul potere comunicativo della fotografia grazie a un video esplicativo sul World Press Photo tenutosi a Bari dal 13 ottobre al 10 dicembre 2023 e alla sua 66esima edizione. La I F, mediante una presentazione sulla comunicazione verbale e scritta in ambito musicale e della moda, ha reso evidente la differenza tra la comunicazione nell’antichità e nel presente. Il gioco è stato un argomento affrontato dalla I C, con la realizzazione di veri e propri giochi interattivi sulla Costituzione e sulla Cittadinanza digitale, e dalla I F che ha analizzato gli aspetti positivi e negativi del gioco. Emersi anche altri due temi: la fragilità e il sogno. Il primo è stato indagato come segno di umanità ed emotività; per il secondo ci si è dedicati al valore e al fascino che esso possiede, partendo dalla valenza del sogno descritta da Omero nell’Iliade. La II F ha fatto oggetto di riflessione la cultura della democrazia, mentre la IV B si è soffermata con un documentario sul concetto di ‘rinascita’, rapportato al periodo artistico e storico del Rinascimento. 

Lo scambio tra gli studenti è stato arricchito da un dibattito finale animato dalle restanti classi del “Flacco” e da un momento di condivisione di pensieri su libri, pellicole e canzoni dai contenuti toccanti, che esprimono l’anima e i bisogni dei ragazzi di oggi.

Elettra Salvatore – 2^C Cambridge, Liceo Classico “Q. Orazio Flacco” – Bari


News dal Network

Promo