Domani mattina, a Bari in Largo Giannella, il Truck della Polizia Postale per la campagna “Una Vita da Social”

Ritorna a Bari il truck simbolo di “Una Vita da Social”, la più importante e imponente campagna educativa itinerante della Polizia Postale e del Ministero dell’Istruzione e del Merito, nell’ambito del progetto “Generazioni Connesse” e con il sostegno di Google per la sensibilizzazione e prevenzione sui rischi e pericoli della Rete per i minori.

L’evento si avvarrà del prezioso contributo di operatori della Polizia Stradale che affronteranno i temi della sicurezza stradale, nonché di personale OSCAD per la sensibilizzazione sui reati a sfondo discriminatorio.

Un’iniziativa che parla di sicurezza online, social network e cyberbullismo e che quest’anno si arricchisce anche con approfondimenti su educazione stradale e contrasto ad ogni forma di discriminazione.

Un progetto sempre al passo con i tempi, che tocca temi cari ai ragazzi per diffondere la cultura della sicurezza online e una sempre maggiore consapevolezza nell’utilizzo degli strumenti che la rete mette a disposizione.

Una Vita da Social, nel corso degli anni, ha raccolto un grande consenso: gli operatori della Polizia Postale hanno incontrato oltre 3 milioni di studenti, sia nelle piazze sia nelle scuole, 247.000 genitori e 142.000 insegnanti, per un totale di 21.000 Istituti scolastici; oltre 600 le città raggiunte sul territorio, due pagine Twitter e Facebook con 135.000 like e 12 milioni di utenti mensili che si confrontano sul tema della sicurezza online.

Ancora una volta la Polizia di Stato scende in campo al fianco del Ministero dell’Istruzione e del Merito per un grande obiettivo: fare in modo che il dilagante fenomeno del cyberbullismo e di tutte le varie forme di prevaricazione connesse ad un uso distorto delle tecnologie non faccia più vittime.

L’obiettivo dell’iniziativa, infatti, è quello di prevenire episodi di violenza, vessazione, diffamazione e molestie online, attraverso un’opera di responsabilizzazione in merito all’uso della “parola”.

Gli studenti, attraverso il diario di bordo www.facebook.com/unavitadasocial/, potranno lanciare il loro messaggio positivo contro il cyberbullismo.

All’evento parteciperanno numerose scolaresche di Bari e provincia.

News dal Network

Promo