A Bari l’affidamento ufficiale del Mercato contadino a km 0 di via Amendola alla rete Agrimercato di Coldiretti e Campagna amica

Si è tenuto  nella sala giunta della Camera di Commercio, alla presenza del sindaco di Bari e dell’assessora allo Sviluppo economico, l’affidamento ufficiale del Mercato contadino presso l’immobile in via Amendola 106 al capofila di Agrimercato, costituito dalla rete di imprese agricole di Campagna Amica.

Si apre così la stagione della promozione dei prodotti alimentari locali nel nuovo food hub comunale fatto di spazi fisici e virtuali, con 29 postazioni di vendita al pubblico, che si propone inoltre come punto di incontro e aggregazione.

«Il mercato contadino di via Amendola sarà un luogo di vendita e promozione della parte migliore della produzione agricola della provincia di Bari e regionale, nonché un punto di incontro e aggregazione rivolto a tutte le realtà economiche, sociali e culturali della città di Bari – ha spiegato il direttore di Coldiretti Puglia Pietro Piccioni -. Sarà un luogo adatto ai bambini e agli anziani attraverso l’utilizzo degli spazi esterni con l’orto didattico e sociale, dove sarà proposta la cucina contadina con gli agrichef che dal vivo daranno consigli utili ai consumatori, e saranno organizzati laboratori esperienziali e sensoriali su olio, formaggi, vino e altro ancora, sempre all’insegna della salvaguardia dell’ambiente sia per l’uso di materiali plastic free sia per la gestione accurata dei rifiuti».

Il cibo sarà il protagonista del mercato per almeno tre giorni a settimana, grazie all’ampio numero di aziende coinvolte che permette di coprire l’offerta di diverse produzioni locali come ortofrutta, latte, formaggi e prodotti caseari, carne, uova, insaccati e salumi, miele e prodotti derivati, confetture, marmellate e conserve, sottoli e sottaceti, succhi di frutta, farine, olio, vino, distillati e birra, piante, fiori, erbe officinali e aromatiche, pane, prodotti da forno, pasta fresca, ma anche postazioni per il cibo di strada, dove ci saranno show cooking e somministrazione dei piatti tipici della cucina contadina, preparati dai cuochi contadini.

All’interno del mercato, durante il primo anno di gestione, saranno organizzati oltre 100 eventi pensati per coinvolgere consumatori e visitatori, dalle feste a tema alle presentazioni di libri, dai cineforum agli eventi musicali, dai laboratori didattici all’agrididattica nell’orto, che sarà a disposizione dei bambini e delle persone anziane, fino a momenti di inclusione sociale e formazione enogastronomica e alimentare.

Grande attenzione sarà riservata all’ambiente per una gestione finalizzata a ridurre al massimo l’impatto dei rifiuti, con l’impegno di ciascun produttore a riportare in azienda la totalità dei rifiuti prodotti nell’esercizio dell’attività di vendita e con l’avvio a raccolta differenziata di tutti gli altri rifiuti prodotti nell’area del mercato.

In linea con quanto previsto dalla L. 166/2016, le aziende presenti nel mercato contadino intendono gestire in modo solidale le eccedenze alimentari, intese come quei prodotti agro-alimentari deperibili e prossimi alla data di scadenza, fermo restando il mantenimento dei requisiti di igiene e sicurezza del prodotto, con collaborazioni ad hoc con il Banco Alimentare e la mensa per le persone indigenti della Cattedrale di Bari.

A seguito dell’affidamento odierno la struttura di via Amendola 106 sarà interessata da una serie di lavori di manutenzione e allestimento per l’avvio delle attività mercatali entro la fine dell’estate.

News dal Network

Promo