Presentata la stagione teatrale e di danza 2024-25 “Altri Mondi” del Comune di Bari

È stata presentata questa mattina, nel foyer del teatro comunale Niccolò Piccinni, la stagione teatrale e di danza 2024-25 Altri Mondi, organizzata dal Comune di Bari – Assessorato alle Culture in collaborazione con il Teatro Pubblico Pugliese.

A illustrare il cartellone della nuova stagione comunale, alla presenza dell’assessora alle Culture, Giulia Delli Santi, dirigente responsabile attività teatrali del Teatro Pubblico Pugliese, Sante Levante, direttore del Teatro Pubblico Pugliese, Gemma di Tullio, responsabile della programmazione Danza del TPP, e Paolo Ponzio, presidente del Teatro Pubblico Pugliese.

Mentre termina la stagione 2023-24 con il ritorno di Silvio Orlando (25, 26 e 28 aprile) e la riflessione sul Primo Maggio con Home Run (Compagnia Senza Piume in collaborazione con Centro Diaghilev), è già ai nastri di partenza la stagione 2024-25, per assistere alla quale gli abbonati potranno usufruire della prelazione, dal 13 maggio al 14 giugno, mentre i nuovi abbonamenti partiranno dal 24 giugno.

“La stagione di prosa di Bari non è solo un insieme di spettacoli – ha dichiarato Paolo Ponzio -, ma un progetto, un percorso, un cammino, che tentiamo di proporre anno dopo anno per fare sempre un passo in più per andare incontro alle richieste del pubblico e al nostro ruolo di formazione. Per questo nuovo anno esempi di questa crescita sono il laboratorio sull’affettività dedicato alle relazioni e ai sentimenti e la seconda edizione di Bari Diversa, il festival sulle diversità. Per non parlare dei numerosi laboratori per il pubblico. Un percorso, questo, in cui le nostre relazioni devono prendere corpo e il teatro diventa un’occasione per tutti e tutte di approfondire se stessi, assieme agli altri. Il cartellone 2024-, costruito per la prosa da Giulia Delli Santi e per la danza da Gemma Di Tullio, vanta tante esclusive regionali, prime nazionali e anche tanti spettacoli pugliesi, che nascono a Bari e in Puglia dalle compagnie del nostro territorio. Questa stagione di prosa e danza è un’illustrazione chiara e plastica di quella che è la vivacità dello spettacolo dal vivo nella città di Bari, frutto anche di una strategia delle politiche culturali portate avanti con determinazione. Ed è per questo, anche, che ringrazio chi in questi anni ha lavorato in questo percorso per Bari, ovvero l’assessora alle Culture”.

Dieci sono gli spettacoli in abbonamento per quattro giorni, dal giovedì alla domenica, dieci in fuori abbonamento, più otto titoli a scelta (4 teatrali / 4 di danza), eventi speciali, due segmenti drammaturgici, “Nuove Rotte” per gli spettacoli di nuova drammaturgia e “Terraferma” per il tradizionale, l’omaggio a Vito Maurogiovanni nel centenario della nascita di uno dei maggiori scrittori pugliesi e il ritorno al Piccinni del Piccolo Teatro di Bari con Nietta Tempesta, i cento anni dalla nascita di Andrea Camilleri, le giornate di San Nicola, il Premio Danza al Piccinni-Serata di stelle baresi, il festival sulle diversità Bari diversa II (il 23 e 24 aprile), i percorsi di avvicinamento e sensibilizzazione nei quartieri e a teatro, progetti ideati e proposti con la stretta collaborazione delle principali istituzioni culturali e di formazione del territorio: scuole, Università, Accademia di Belle Arti, Casa Circondariale e Associazioni. Questo, in sintesi, il racconto della strategia culturale che sottende la nuova stagione.

Il cartellone barese si aprirà il 18 ottobre 2024 con un omaggio a Vito Maurogiovanni (scomparso nel 2009) e il giorno dopo con ritorno al Piccinni del Piccolo Teatro di Bari con Nietta Tempesta ne L’importanza di chiamarsi Ernesto di Oscar Wilde.

I dieci titoli in abbonamento: Alessandro Haber con La coscienza di Zeno di Italo Svevo, dal 24 al 27 ottobre, Paolo Rossi con Questa sera si recita a soggetto-Il metodo Pirandello, dal 14 al 17 novembre, Fausto Cabra con il Misantropo di Molière, dal 28 novembre al 1 dicembre.

In esclusiva regionale, Emilio Solfrizzi e Carlotta Natoli ne L’anatra all’arancia, dal 12 al 15 dicembre, Massimiliano Gallo con Amanti diretto da Ivan Cotroneo, dal 9 al 12 gennaio, Filippo Timi nell’Amleto, dal 16 al 19 gennaio, Natalino Balasso e Michele di Mauro ne La grande magia di Eduardo De Filippo, dal 23 al 26 gennaio. Esclusive regionali anche per: Il grande vuoto, (dal 6 al 9 febbraio), lo spettacolo con cui Fabiana Iacozzilli conclude la sua Trilogia del vento inaugurata con La Classe e proseguita con Una cosa enorme, un lavoro sulla famiglia e sulla sua dissoluzione, con una trama che ruota intorno al personaggio principale, un’anziana donna, ex attrice di talento, affetta da Alzheimer https://www.youtube.com/watch?v=pTgMDR42ke4 e L’Edipo Re di Andrea De Rosa, con Edipo è interpretato da Marco Foschi, affiancato da Roberto Latini nel ruolo di Tiresia, dal 20 al 23 febbraio https://www.youtube.com/watch?v=b0C4IkpRU6A&list=PLt8dyKAP7X6oGwiH4QinBjI7F8HY2-Sul&index=1.

In abbonamento anche lo spettacolo con Alessio Boni, l’ironico e divertente Iliade e il gioco degli dèi), testo di Francesco Niccolini, dal 6 al 9 marzo, per la regia di Roberto Aldorasi, Alessio Boni e Marcello Prayer.

I dieci in fuori abbonamento: lo spettacolo del Piccolo Teatro-E. D’Attoma (19 ottobre) L’importanza di chiamarsi Ernesto con Nietta Tempesta, con la regia di Maurizio Sarubbi e sei attori/attrici in scena: Maurizio De Vivo, Daniel Torre, Susi Rutigliano, Caterina Rubini, Silvia Cuccovillo e Maurizio Sarubbi. La seconda edizione (2 novembre 2024) del Premio Danza al Piccinni con la curatela artistica di AltraDanza/Domenico Iannone, in collaborazione con ResExtensa | Porta d’Oriente – Centro Nazionale di Produzione della Danza, e la Serata di stelle baresi della danza a cura della Compagnia AltraDanza – direzione artistica Domenico Iannone, con danzatori e danzatrici coreografati dai coreografi e dalle coreografe attualmente attivi/e a Bari: Elisa Barucchieri (direttrice artistica di ResExtensa | Porta d’Oriente – Centro Nazionale di Produzione della Danza), Carmen De Sandi (direttrice artistica del Collettivo Sinespazio), Simona De Tullio (direttrice artistica della compagnia Breathing Art Company e del Premio Internazionale di Danza San Nicola), Roberta Ferrara (direttrice artistica della compagnia Equilibrio Dinamico e del progetto Equilibrio Dinamico Ensemble), Domenico Iannone (direttore artistico di AltraDanza e anche direttore artistico della Serata di stelle), Ezio Schiavulli (direttore artistico della compagnia EZ3, dell’Ente di Promozione della Danza Ass. RI.E.S.CO. e del progetto Network Internazionale Danza Puglia), con una serie di stelle sulle punte tra cui Alessio Rezza, étoile del Teatro dell’Opera di Roma.

La prima assoluta, il 7 novembre, di Vertigine, coreografia di Elisa Barucchieri, L’Avaro dell’Anonima Gr, 9 e 10 novembre, (Dante Marmone e Tiziana Schiavarelli), Ute Lemper con un viaggio attraverso 45 anni di successi, con Vana Gierig al pianoforte (21 novembre in esclusiva regionale). San Nicola porta di pace, del Granteatrino di Paolo Comentale (6,7,8 dicembre 2024).

L’undicesima edizione del Gala Internazionale di danza San Nicola (11 dicembre 2024) ideato dalla Breathing Art Company con la direzione artistica di Simona De Tullio, l’1 e il 2 febbraio 2025 Roberto Saviano e Mimmo Borrelli con Sanghenapule-vita straordinaria di San Gennaro in esclusiva regionale, Uno, nessuno e centomila di Pirandello (a febbraio il 12 in serale e matinée e il 13 solo in matinée) con Primo Reggiani e Francesca Valtorta, Jane Alexander, Fabrizio Bordignon, Enrico Ottaviano, e ultimo spettacolo in calendario, il 26 aprile: Neri Marcorè con La buona Novella di Fabrizio De Andrè.

Andranno a corredare il ricco cartellone del Piccinni gli otto spettacoli che gli abbonati potranno scegliere (quattro di teatro e quattro di danza):

Teatro

 Altri Libertini, una produzione Compagnia Licia Lanera / Ravenna Teatro /Teatro delle Albe con Licia Lanera (che cura anche la regia), di Pier Vittorio Tondelli, con Giandomenico Cupaiuolo, Danilo Giuva, Roberto Magnani (23 e 24 novembre 2024, prima regionale).

Riccardo III, da William Shakespeare, con Paolo Panaro e con gli attori della Compagnia Diaghilev (1 e 2 marzo), prima regionale.

Compagnia Malalingua con Un sabato con gli amici, di Andrea Camilleri, riadattamento e allestimento scenico di Marco Grossi (15 e 16 marzo in prima nazionale).

Il progetto de Il Mulino di Amleto, il potente, toccante, tagliente: Tous des oiseaux / Come gli uccelli di Wajdi Mouawad, scrittore, regista, cineasta libano-canadese, per la regia di Marco Lorenzi e la traduzione di Monica Capuani (12 e 13 aprile, in esclusiva regionale), che racconta della storia d’amore tra un giovane di origine israeliana e una ragazza di origine araba, in una realtà storica fatta di conflitti, dolore, odi, attentati https://www.youtube.com/watch?v=WDFVAIEtbUk.

Danza

 Spellbound Contemporary Ballet: Recollection Of A Falling,(5 dicembre 2024) coreografie di Jacopo Godani e Mauro Astolfi.

COB Compagnia Opus Ballet / Fondazione Festival La Versiliana: Callas, Callas, Callas, coreografie di Adriano Bolognino, Roberto Tedesco, Carlo Massari (31 gennaio).

MM Contemporary Dance Company: Duo D’Eden/Grosse Fugue/Weirdo, coreografie di Maguy Marin, Enrico Morelli, (15 febbraio in esclusiva regionale).

Balletto del Sud: Wassily B3/Effetto Lazarus, (5 aprile) coreografie di Fredy Franzutti.

Per la formazione coordinata agli spettacoli confermati anche quest’anno 10 progetti di accompagnamento alla visione e riflessione:

·         Tenersi forte, laboratorio cittadino di relazioni e sentimenti nelle scuole a cura di Francesco D’Amore e Ezio Schiavulli dove i ragazzi e le ragazze esploreranno attraverso la scrittura, la danza, il teatro, il tema della relazione con l’altro attraverso le emozioni, la corporeità, l’affettività.

·         Scuola a teatro, per gli Istituti secondari superiori di II grado a cura di Marinella Anaclerio, Damiano Nirchio, Marco Grossi.

·         La giornata della memoria Edizione speciale La Palestra a cura di Francesco Asselta.

·         Dentro la scena, lezioni di teatro al Piccinni a cura di Cooperativa i bambini di Truffaut/Giancarlo Visitilli.

·         Portami con te, a cura di Spine Bookstore, con gli incontri per bambini figli degli spettatori.

·         Laboratori teatrali urbani “Spettatori si diventa”, nella città vecchia, nei quartieri Libertà, San Pio e San Paolo e per i detenuti della Casa Circondariale di Bari. Il percorso prevede 5 incontri formativi e la visione di 2 spettacoli della Stagione 2024-25: I laboratori saranno condotti da Daniela Baldassarre, Damiano Nirchio, Antonio Stornaiolo, Nicola Valenzano, Vito Signorile e realizzati grazie alla collaborazione con Centro servizi per le famiglie Libertà, Fondazione Giovanni Paolo II onlus, Accademia del Cinema Ragazzi, Casa Circondariale di Bari, Sitara Teatro.

·         Ti porto a teatro In collaborazione con Dipartimento Lettere Lingue Arti. Italianistica e culture comparate, destinato agli studenti di Dams – Discipline dell’audiovisivo, della musica e dello spettacolo e Corso di Laurea magistrale in Scienze dello spettacolo

·         Il progetto con Accademia di Belle Arti di Bari Dal palcoscenico alla platea. Un’esperienza con la prosa contemporanea, con i direttori tecnici si approfondiranno gli aspetti legati al backstage di una grande produzione, all’interno del Teatro Piccinni. Con gli scenografi e i costumisti degli spettacoli si svilupperanno lezioni interattive in collegamento zoom. 

·         Danza al piccinni speech: in teatro, prima di ogni spettacolo, tutti gli appuntamenti di danza saranno introdotti da approfondimenti e presentazioni con critici, giornalisti e operatori del mondo della danza.

·         La collaborazione con il liceo Musicale e Coreutico Sezione Coreutica del Liceo “De Nittis – Pascali” di Bari: continuità con gli anni precedenti è stata riconfermata la collaborazione con il Liceo Coreutico di Bari (riduzioni prezzo biglietti per alunni e docenti + dietro le quinte degli spettacoli + lezioni pratiche e teoriche con ospiti diversi per ogni appuntamento della stagione.

Ordine dei giornalisti della Puglia rinnovo della convenzione Ordine-TPP per progetti in comune e scontistica per iscritti all’Ordine.

Spettacoli dal giovedì alla domenica, giovedì alle ore 19.30, venerdì alle ore 21, sabato alle ore 20 (novità), domenica alle ore 18.30.

News dal Network

Promo