Rievocazione Gran Premio Bari, prima classificata Lancia del ’56

 L’equipaggio Simionato con la vettura Lancia De Leval del 1956 si è classificato al primo posto nell’ottava edizione della Rievocazione del Gran Premio di Bari, organizzata da Old Cars Club.

Oltre cinquanta i bolidi storici provenienti da tutta Italia che hanno corso nelle tre manches della gara di regolarità di auto d’epoca inserita nell’Asi Circuito Tricolore. La risposta entusiasta del pubblico non si è fatta attendere: più di 50mila persone nel totale delle due giornate conclusive, con tantissime presenze straniere. Il circuito ha abbracciato tutto il borgo antico di Bari.

    Questi gli altri quattro equipaggi premiati: Bercellesi (Devin Special del 1959); Barletta (Monaci Bimotore 8C del 1952); Rossi (Elva MK1B del 1955); Sculco (Maserati 200S del 1956). Dagli sponsor targa per l’auto più antica al pilota italo-statunitense Venanzioro Fonte con la sua Alfa Romeo RL Targa Florio del 1925, trofeo Car and Classic a Giuseppe De Angelis con la sua Giaur del 1952; coppa Elleffe Store ‘Juan Manuel Fangio’ al pilota parmense Fabrizio Lorenzoni con la sua Stanguellini Corsa del 1948; coppa Volvo Autotrend ‘Nino Farina’ a Carmelo Bajeli con la sua Ferrari 250 Testarossa del 1957.

    Gli speaker Gianni Tesauro, Isabella Girone, Giuseppe Joe Gelonese, Nicola Durso e Luca Gastaldi hanno raccontato al pubblico le emozioni e i dettagli dello svolgimento della notturna di sabato e della rievocazione mattutina della domenica, descrivendo le caratteristiche di ogni auto, le emozioni dei piloti e l’atmosfera gioiosa che si respirava nel paddock e lungo tutto il percorso.

    «È grazie ad eventi come questo – ha commentato il sindaco Antonio Decaro che facciamo conoscere la città di Bari in tutto il mondo e questo rende tutti noi ancora più orgogliosi di essere baresi».

    Per il testimonial Riccardo Patrese, leggenda della Formula1 a cavallo tra la fine degli anni ’70 e i primi anni ’90, «è stato un bellissimo appuntamento, non mi aspettavo di trovare tanto entusiasmo. Questa manifestazione di Bari non ha nulla da invidiare a quella storica che si celebra, ogni due anni, anche a Montecarlo». (ansa)

News dal Network

Promo