Calcio Bari, pugno di ferro: le forze dell’ordine mettono sotto scorta il presidente Luigi De Laurentiis

Da quelle fatidiche parole usate da Aurelio De Laurentiis, che etichettavano Bari come la seconda squadra del Napoli, all’aggressione subita dal ds Ciro Polito nel viaggio di ritorno post Cittadella, la stagione biancorossa ha vissuto vicende sconvolgenti. A novanta minuti dalla Serie B, la squadra pugliese ha in mano il suo destino: (tornare a) vincere per guadagnarsi i playout. Un traguardo che crea solo ulteriore rabbia al popolo biancorosso, frustrato di aver perso in pochi secondi l’approdo in Serie A e che oggi si ritrova a sperare in una prova d’orgoglio che possa portare ai tre punti.

Intanto la situazione nel capoluogo pugliese sta piano piano diventando più insostenibile, tanto da costringere le forze dell’ordine a mettere in atto un piano straordinario di misure cautelari in vista della partita di venerdì sera contro il Brescia. Inoltre, secondo TMW, il presidente Luigi De Laurentiis è stato messo sotto scorta, proprio per evitare che accadano altri avvenimenti simili a ciò che è capitato al ds Polito.

Photo: ANSA

News dal Network

Promo