Il Deep Tech è il tema dello Strategy Innovation Forum 2024 in programma a Bari

 Il 30 e 31 maggio prossimi Bari ospiterà lo Strategy Innovation Forum 2024. L’evento riunisce ogni anno imprenditori, manager, professionisti, accademici e figure politiche per creare e diffondere conoscenza e relazioni a favore della trasformazione del sistema imprenditoriale. In seguito alla partnership tra Strategy Innovation, Spin-off dell’Università Ca’ Foscari e l’Università LUM, da cui è nata LUM Strategy Innovation, dal 2023 il SIF si svolge a Venezia e a Bari. Quest’anno il forum, cui prenderanno parte oltre 40 ospiti e che si terrà presso il Circolo Unione, analizzerà l’impatto del Deep Tech sui modelli di business.
 
Il Deep Tech è un’opportunità unica per ripensare le basi dell’impresa. Il suo potenziale risiede nella capacità di aumentare le possibilità di business di un’azienda ad una velocità senza precedenti e di risolvere problemi essenziali. Il Deep Tech  è in grado di valorizzare l’intersezione fra competenze, funzioni, tecnologie, prodotti e servizi, che porteranno a re-immaginare le catene del valore e ad impattare sui modelli di business abilitando un’offerta innovativa che richiede di pensare a nuove modalità per accedere ai mercati esistenti o crearne di nuovi, anticipando bisogni che non sono ancora evidenti.

Stando a quanto si apprende, il SIF Bari si svilupperà in due mezze giornate in cui si alterneranno tavole rotonde e sessioni verticali. Giovedì 30 maggio i lavori saranno aperti alle 15.30 con i saluti iniziali delle autorità, a cui seguirà la tavola rotonda “Beyond the Hype: ecosistemi territoriali per le tecnologie emergenti”.
 

Il pomeriggio proseguirà con interventi e tavole rotonde che approfondiranno il concetto di Deep Tech, ovvero la quarta onda di innovazione. Rappresentanti del mondo accademico, istituzionale e aziendale saranno invitati a portare la propria testimonianza e a raccontare cos’è per loro il Deep Tech ponendo l’attenzione non solo sugli impatti economici, ma anche sugli aspetti sociali ed etici che derivano dall’impiego delle tecnologie emergenti e del nuovo approccio all’innovazione.

La seconda giornata di evento, venerdì 31 maggio, è dedicata ai modelli di business abilitati dal Deep Tech. In particolar modo, sul palco si susseguiranno oltre 10 relatori provenienti dal mondo aziendale nazionale che condivideranno le loro esperienze e i modelli di business che hanno sviluppato. Le sessioni saranno dedicate a: Future Farming, Space Economy, Super Computing e Decarbonizzazione e Carbon Removal. La mattinata si concluderà con

Un panel dedicato ai nuovi modelli di finanziamento che tengano conto delle specifiche caratteristiche e peculiarità del Deep Tech.

News dal Network

Promo