Baby prostitute, da 100 a 500 euro a prestazione

Sui social network si facevano chiamare  “squad girls”: erano il gruppo di minorenni avviate dalla prostituzione dal giro scoperto dagli agenti della Squadra Mobile di Bari, guidati dal pm. Suite di lusso, Dom Perignon, carte di credito, regali: così sarebbero state reclutate tre studentesse baresi 16enni. E quando qualcuna di loro veniva scoperta, ecco che scattavano minacce e aggressioni. Un “quadro desolante”, lo definisce il gip Giuseppe Ronzino che ha portato all’arresto di otto persone. In cella sono finite le baresi una donna di 35 anni, una di 21, un uomo di 25 anni ed un’altea donna di 24 anni, oltre al 29enne di Trani  e al 25enne barese.

Arresti domiciliari per due clienti: un imprenditore salentino di 47 anni già coinvolto nell’inchiesta sulla morte di Pantani ed un tranese di 42, i quali, consapevoli della minore d’età delle ragazze, non avrebbero comunque esitato a consumare rapporti. (Fonte: antennasud)

News dal Network

Promo