Nel politecnico di Bari. Next-Land: didattica Steam contro disuguaglianze e stereotipi

È il 20 maggio il giorno scelto da Next-Level, nell’anno del suo decimo anniversario, per celebrare a Bari la conclusione della seconda annualità di Next-Land, il progetto di didattica innovativa incentrato sulla comprensione delle materie Stem attraverso un approccio umanistico (Steam).

Nato a Torino e sbarcato a Bari, nel 2022, grazie a Enel Cuore – la onlus del gruppo Enel che sostiene progetti e iniziative di forte impatto per la comunità e il territorio – quest’anno Next-Land ha visto il coinvolgimento di tre Istituti Scolastici di Bari con un totale di 370 student* e 40 docenti che si riuniranno, nell’aula magna Attilio Alto del Politecnico di Bari, per chiudere il lavoro fatto con 10 ricercatori, ricercatrici e docenti del Politecnico di Bari, dell’Università degli Studi di Bari Aldo Moro e dell’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare, 3 musei (Pinacoteca “Corrado Giaquinto”, Sistema museale di Ateneo – UniBa, Museo Archeologico di Santa Scolastica) e 18 aziende, attraverso diverse attività pensate proprio per loro e per tutte le realtà coinvolte. 

Un momento per condividere i risultati e le metodologie sperimentate, così da delineare una visione di comunità educante, orientante e inclusiva, che lavora insieme per contrastare le diseguaglianze di genere e il fenomeno della dispersione scolastica. 

Dispersione e gender gap, infatti, sono questioni più che urgenti nel nostro Paese: l’11,5% dei giovani tra i 18 e i 24 anni hanno lasciato la scuola prima del tempo , l’occupazione femminile è all’ultimo posto in Europa e le ragazze iscritte a corsi di laurea scientifici sono ancora sottorappresentate . 

Al centro della giornata ci saranno studenti e studentesse – i veri protagonisti del progetto Next-Land – che, dalle 9.00 alle 10.00, sperimenteranno i Future Days: un vero e proprio business speed date con 18 rappresentati di imprese e startup locali. Un’occasione unica per incontrare imprenditori ed esperti del settore, per esplorare opportunità di lavoro e creare collegamenti tra discipline STEM e carriere tecnico-scientifiche. A seguire, dalle 10.30 alle 12.00, ragazzi e ragazze delle scuole coinvolte nel progetto insieme a ricercatori, orientatori, docenti e operatori museali racconteranno il viaggio di Next-Land, fatto di laboratori, attività e uscite sul territorio. In platea non solo ricercatori, esperti museali e istituzioni, ma anche una ricca partecipazione delle famiglie e dei genitori degli studenti di Next-Land, giunti al Politecnico di Bari dai quartieri di Japigia e Libertà.

News dal Network

Promo