Calcio Bari, novanta minuti di speranza: un solo risultato possibile per confermare la Serie B

Un anno fa di questi tempi si facevano ragionamenti ben diversi e la città di Bari sventolava con orgoglio le bandiere. L’intero capoluogo pugliese era colorato di biancorosso, mentre la squadra si apprestava a scrivere una nuova pagina di storia. Tutti sanno come è andata a finire: la pioggia e la testa di Leonardo Pavoletti hanno cancellato ogni forma di eroismo dei Galletti, facendoli sprofondare nell’incertezza e nel dubbio. Nessuno ha preso per mano la squadra e questa stagione è figlia di un mancato supporto da parte di tutti gli organi del mondo Bari. Oggi, raccontiamo di una gara di ritorno di playout contro la Ternana, che parte in vantaggio per via del miglior piazzamento in classifica.

Il pareggio del San Nicola sa tanto di grazia per i pugliesi e di beffa per gli umbri, decisi a rifarsi tra le mura del Liberati (calcio d’inizio alle 20.30 di giovedì 23 maggio). Non c’è scampo per i biancorossi: serve una vittoria per non retrocedere in Serie B e questa volta tocca farla contro un avversario non con la pancia piena (come il Brescia), ma contro una squadra che sa di giocarsi tutto e che ha dimostrato di poter fare male in ogni modo possibile. Serve, quindi, lo spirito la carica e l’agonismo di un anno fa, così da nascondere (per quanto sia possibile) le enormi lacune di un gruppo incompiuto.

Photo: SSC Bari

News dal Network

Promo