Calcio Bari, la partita perfetta: a Terni zero pericoli e tre reti realizzate dai biancorossi, confermata la Serie B

All’ultima spiaggia, con le ultime energie ma con una grande forza di volontà, il Bari si aggiudica il match di ritorno di playout contro la Ternana e conferma la Serie B. Una grande soddisfazione, ma che non cancella quanto di sbagliato ci sia stato in questa annata sciagurata. Di segnali ce ne erano stati diversi all’andata e si sa il calcio, per quanto strano, ha un disegno ben preciso in mente. La partita è elettrica fin dai primi istanti, la tensione è palpabile. I biancorossi sanno di dover vincere e quindi si sbilanciano, concedendo qualche contropiede pericoloso alla squadra di casa. Sono però i pugliesi a rendersi più pericolosi e lo dimostrano con una bella conclusione ravvicinata di Giuseppe Sibilli, parata da Antony Iannarilli. Le squadre, per quasi tutto il primo tempo, non affondano mai il colpo e, per vedere il primo vero episodio che cambia l’inerzia della gara , bisogna saltare al 47′.

Valerio Di Cesare sforna un’altra prodezza nel giorno del suo 41esimo compleanno: calcio d’angolo battuto e girata al volo vincente. Un colpo difficile da digerire per la Ternana, che però prova a cambiare atteggiamento nella ripresa. A parte una situazione spinosa nell’area piccola di Marco Pissardo, gli umbri faticano a creare vere occasioni da gol, mentre invece ai pugliesi riesce ogni genere di giocata. I biancorossi trovano, infatti, al 51′ il raddoppio grazie ad una giocata da attaccante di Giacomo Ricci, che in girata batte il portiere di casa. Ternana alle corde e Bari sul velluto. Bastano poco più di dieci minuti e arriva anche il terzo gol targato Sibilli: un rinvio poco convinto di Mehdi Dorval diventa un assist perfetto per l’ex Pisa, che con deviazione batte per la terza volta Iannarilli. Il Bari potrebbe dilagare ma Marco Nasti grazia gli avversari. Alla fine il risultato è netto: lo 0-3 salva i pugliesi e condanna gli umbri alla Serie C. 

Photo: SSC Bari

News dal Network

Promo