Il progetto ‘Acqua in brocca’ fa tappa a Polignano a Mare

L’obiettivo dichiarato è quello di incoraggiare ristoranti, strutture ricettive e l’intera filiera dell’accoglienza «a riconoscersi in un gesto di autentica disponibilità e apertura: offrire acqua di rubinetto come prima scelta».

Ha fatto tappa a Polignano a Mare la presentazione dell’iniziativa ‘Acqua in brocca’, il progetto pilota di valorizzazione dell’acqua pubblica e di sensibilità ambientale, realizzato da Acquedotto Pugliese (Aqp) promosso dalla Regione Puglia tramite Pugliapromozione, che dal 2025 sarà diffuso su tutto il territorio. Nell’incontro pubblico, moderato dal conduttore televisivo Peppone Calabrese, sono state illustrate le modalità di adesione.

L’iniziativa coinvolge, in questa fase, esclusivamente le attività, gli esercizi e le strutture nelle città di Gallipoli, Polignano a Mare e Vieste. Gli operatori del settore all’interno dei tre Comuni coinvolti possono aderire all’iniziativa e richiedere di ricevere la brocca da esporre nel proprio locale.

Icona dell’iniziativa è una tipica brocca pugliese, caratterizzata da un logo ispirato alle opere liberty di Duilio Cambellotti: il segno che in quella attività di ospitalità o ristorazione si serve fresca e buona acqua di rubinetto. A renderle riconoscibili anche FontaninApp, l’applicazione gratuita di Aqp, che si arricchisce con la mappatura e la geolocalizzazione delle strutture aderenti, in cui è disponibile e viene servita l’acqua di rubinetto come prima scelta.

«Nella collaborazione – ha detto l’assessore al Turismo della Regione Puglia, Gianfranco Lopane – con Acquedotto Pugliese e i tre Comuni presentiamo l’iniziativa che ci dà ancora una volta l’opportunità di porre al centro quell’ospitalità autentica di cui noi pugliesi siamo fieri promotori e che attrae turisti da tutto il mondo».

Il direttore generale di Pugliapromozione, Luca Scandale, ha precisato che “l’81% dei turisti organizza la propria esperienza di viaggio tenendo conto della sostenibilità d il dato italiano è ancora maggiore: la percentuale sale al 93%. Questi dati di una ricerca pubblicata da Booking.com rafforzano la scelta di andare avanti con l’attuazione di Acqua in brocca, una best practice che potrà poi essere condivisa nel resto della Puglia». (Ansa)

News dal Network

Promo