Bari, il candidato sindaco centro destra: “destinare area carcere a parco urbano”

«Abbiamo un carcere a Bari, che ha più di cent’anni e che insiste in pieno centro abitato occupando quasi otto isolati insieme all’Istituto per Minorenni. Se riuscissimo a liberare quella cubatura, che oggi è per di più completamente inidonea ad assolvere le sue funzioni, ci piacerebbe realizzare il primo parco urbano della città. Il centro sinistra non ha mai voluto parlare di edilizia carceraria ma noi dobbiamo farlo, con l’aiuto del Governo, con l’obiettivo dichiarato di triplicare, nel giro di una consiliatura, la percentuale di verde pubblico abitante di Bari». Lo ha detto, rivolgendosi al Ministro dell’ambiente e della sicurezza energetica Gilberto Pichetto Fratin, che si trova nel capoluogo pugliese per sostenerlo, il candidato sindaco del centro destra a Bari Fabio Romito, durante la conferenza stampa organizzata insieme al viceministro della Giustizia Francesco Paolo Sisto.

«Bari ha bisogno di un filo diretto con il Governo
», ha proseguito Romito. «Bari, guidata da vent’anni dalla sinistra, che si dice ambientalista, è penultima in Italia nella classifica del numero di metri quadri di verde per ciascun cittadino. Un altro dato: nel 2024 ancora non abbiamo raggiunto l’autosufficienza energetica dei nostri edifici pubblici. E noi rispetto a questo – ha sottolineato Romito – le chiederemo una mano, perché abbiamo bisogno dell’ausilio, dell’intervento e del sostegno della nostra Repubblica, per rendere i nostri edifici autosufficienti, di aumentare i metri quadri di verde a disposizione dei cittadini, di mezzi più efficienti e verdi per migliorare il nostro parco dei mezzi pubblici».

News dal Network

Promo