Immigrazione clandestina, controlli Gdf a Bari

Dall’inizio del 2024, l’attività dei finanzieri del II Gruppo Bari, finalizzata alla prevenzione e alla
repressione dei fenomeni di immigrazione clandestina negli scali portuale e aeroportuale del capoluogo
pugliese, ha permesso di intercettare, nell’ambito di più operazioni, dieci soggetti di diverse nazionalità (iraniana, afghana, siriana, turca ed eritrea) che cercavano di entrare in modo irregolare in Italia.

Il risultato è il frutto di approfondimenti basati sull’incrocio delle informazioni rilevabili dalle Banche Dati e dal
costante monitoraggio effettuato sulle tratte passeggeri che interessano il porto e l’aeroporto di Bari.
In ambito portuale, i controlli eseguiti dai militari sulle motonavi in arrivo dalla Grecia hanno condotto, in
distinte occasioni, all’individuazione di quattro clandestini, di cui due minorenni, nascosti tra la merce trasportata da un automezzo. Nel corso di un ulteriore intervento, è stato ispezionato un autoarticolato all’interno del quale gli operanti hanno rinvenuto, nascosto tra i semi asse, un extracomunitario di origine iraniana.

Presso lo scalo aeroportuale, nell’ambito di tre distinti interventi, sono stati invece scoperti cinque clandestini
provenienti da Atene, quattro dei quali tratti in arresto poiché in possesso di passaporto falso. Il quinto soggetto,
di nazionalità eritrea, è stato segnalato alle competenti Autorità per essere stato trovato in possesso di un
documento appartenente ad un’altra persona a cui aveva tentato, inutilmente, di assomigliare indossando una
finta barba. (Fonte: Antennasud)

News dal Network

Promo