Povertà: Caritas, “migliaia di famiglie in ginocchio, intervenire in modo mirato”

«Quelli che abbiamo alle spalle sono stati due anni molto critici sotto il profilo dell’aumento della povertà nel nostro paese: la fiammata inflazionistica ha messo in ginocchio migliaia di famiglie. Intervenire in modo mirato per sostenerle è opportuno e imprescindibile”. Lo ha sottolineato il direttore di Caritas italiana, don Marco Pagniello, a margine della presentazione della riedizione 2024 della carta ‘Dedicata a te’. “Le 1,2 milioni di famiglie che hanno ricevuto la carta dedicata a te nel corso del 2024 hanno potuto acquistare generi alimentari, sostenere la spesa per i trasporti pubblici e per il carburante», ha osservato.

«La carta viene riproposta anche per quest’anno: è vero che la situazione di disagio e povertà delle famiglie non migliora in tempi brevi, come ci dicono gli stessi dati Caritas (la povertà sempre più si trasmette di generazione in generazione), ma – ha evidenziato ancora – pensiamo che sia necessario, per poter disegnare misure e interventi che aiutino effettivamente le persone, partire in primis da loro. Un ascolto delle esigenze, delle priorità e anche dei suggerimenti e consigli di chi è il destinatario di un aiuto può fornire indicazioni per migliorare un’azione pubblica, facendo scelte differenti in un contesto economico che magari, a distanza di un anno, è cambiato (non foss’altro per il fatto che la spinta inflazionistica si è attenuata)».

Per il direttore di Caritas italiana, «questo contatto stretto con le famiglie che hanno usufruito della carta crediamo sia mancato nella riproposizione della Carta e invece sarebbe stato utile, fondamentale. Avrebbe permesso di ribilanciare l’intervento: non solo attenzione a promuovere la produzione e trasformazione dei prodotti made in Italy, ma anche capire in che direzione vanno i bisogni della gente. Se si vuole uscire dall’assistenzialismo questa è una strada obbligata. E ci auguriamo che in futuro da questa attenzione si parta per individuare urgenze e priorità a beneficio delle famiglie in difficoltà e del paese tutto».

News dal Network

Promo