PORTATEVI COTONE E DISINFETTANTI

Dal tredici Giugno al giorno quindici dello stesso mese, l’Italia presiederà in Puglia il forum intergovernativo a cui parteciperanno i paesi Europei, il Canada, gli Stati Uniti e alcuni paesi Arabi. Un appuntamento periodico per discutere di argomenti economici, industriali, militari, politici ma anche di altro. Per l’occasione, il governo pugliese, sta tirando fuori dagli armadi gli abiti per le grandi occasioni, tira a lucido le strade che dovranno percorrere i grandi della Terra, rimuove gli eventuali rifiuti, di cui i locali   godono la presenza giornaliera, aggiusta gli arredi cittadini.  Un teatrino che riporta alla mente gli anni in cui era d’obbligo, in occasione della fiera del Levante, asfaltare le strade del lungomare, spostare gli ambulanti, abbattere le bancarelle posticce. Ma anche riporta alla memoria  gran parte dei nostri usi, tuttora presenti nelle zone meno contaminate, dove è stata conservata   l’abitudine di indossare. durante giorni festivi, gli abiti migliori, fare un bagno più accurato del solito, profumare non solo la pelle ma cospargere anche aree periferiche più lontane, per il possibile incontro con la ragazza o il ragazzo fortunato del giorno.

Quindi, in occasione dell’incontro in Puglia dei potenti del globo, il nostro governo pugliese ha reclutato centinaia di medici, infermieri, soccorritori e ambulanze, anche loro messi a nuovo per l’occasione. Tutti pronti a mostrare l’efficienza del nostro Servizio Sanitario, quella dei nostri ospedali dei nostri operatori, della nostra organizzazione. Se qualche potente o se qualche loro collaboratore dovesse accusare un  malessere, la nostra Regione è pronta a mostrare tutta la sua efficienza e quella di coloro che comandano perché gli ospiti potenti della Terra possano apprezzare e congratularsi con il Governatore e collaboratori, per l’efficienza di un Servizio Sanitario impeccabile! Come non porsi la domanda” e noi chi siamo?” ma anche come non chiedersi come sia possibile assistere a sceneggiate di questo tipo, quando ogni giorno sono alte le grida di disperazione dei tanti nostri concittadini che non riescono nemmeno ad avere una risposta telefonica da uno dei tanti centralini che occupano le strutture sanitarie del nostro territorio! Un territorio disastrato che ha lasciato i cittadini poveri di assistenza sanitaria, già abbondantemente apparsa tale durante l’ultima epidemia Covid.  A quanta ipocrisia bisogna assistere per accettare un teatrino fatto di falsità in una Regione in eterno debito economico sanitario che paga altre Regioni dove i nostri concittadini sono costretti a rivolgersi per avere una assistenza dignitosa! Quanta pazienza bisogna avere per assistere a vergognose lunghe prenotazioni fatte di liste di attesa infinite, mentre sorgono come funghi strutture sanitarie private con apparecchiature e organizzazioni che fanno invidia anche a quelle di cui usufruiscono gratuitamente i nostri parlamentari e affini. Quanta umiliazione deve ancora essere inflitta ad una popolazione come quella pugliese che sta pagando un alto contributo di reazioni avverse di morti e di acciacchi, avendo risposto con fiducia ad una richiesta definita anche “gesto di amore”  che ha previsto e tuttora prevede la somministrazione di un cosi detto vaccino, ancora oggi  secretato.

Quanta ricchezza deve produrre una Regione perché possa offrire ai propri cittadini una assistenza sanitaria degna, almeno pari a  quella che i nostri politici stano riservando ad altri esseri umani, potenti del mondo, fatti come tutti noi. Quanto grande deve essere l’interesse nei confronti di un ritorno economico, tale da giustificare una dignitosa attenzione verso una popolazione presa in giro ed eternamente umiliata.  Un suggerimento è d’obbligo inviare al nostro Governatore: provi a saggiare l’efficienza del Servizio Sanitario, mandando in giro per le strutture della regione Puglia  volti anonimi, come i tanti che continuano a morire, alla ricerca di assistenza  sanitaria.  Gente senza lustrini, gradi, referenze e raccomandazioni. Li mandi in giro senza l’elicottero e si faccia relazionare. Una vergogna Governatore, per chi ancora possiede questo sentimento!