Presentazione del tavolo diocesano sulla salute mentale

Martedì 11 giugno 2024 alle ore 9:30 l’Arcidiocesi di Bari-Bitonto presenterà il tavolo diocesano sulla salute mentale in collaborazione con l’associazione Progetto Itaca – Bari presso la Curia Arcivescovile, in Corso Alcide de Gasperi 274/A, Bari.
 
Il Tavolo diocesano si rivolge primariamente alle comunità parrocchiali e alle comunità cittadine della diocesi Bari-Bitonto per offrire loro sostegno, informazione e formazione sulla salute mentale e sui percorsi di cura e di reinserimento sociale per i malati. L’iscrizione non è necessaria.
 
Tra gli interventi:
Don Antonio Stizzi, Direttore Ufficio Diocesano Della Pastorale della salute
Mons. Giuseppe Satriano, Arcivescovo di Bari-Bitonto;
Felicia Giagnotti, Rappresentante legale della Fondazione Progetto Itaca – Milano;
Maria Tomai, Referente Progetto Itaca – Bari;
Gianni Cervellera, Teologo e coordinatore pastorale presso il Centro Sant’Ambrogio Fatebenefratelli di Cernusco sul Naviglio.

In base a recenti dati dell’UNICEF, circa 11,2 milioni di bambini e giovani entro i 19 anni nell’Unione Europea soffrono di un problema di salute mentale. Più di 1 adolescente su 7 tra i 10 e i 19 anni convive con un disturbo mentale diagnosticato.

In Europa, tra le patologie rilevate l’ansia e la depressione rappresentano oltre la metà dei casi e il suicidio è diventata la seconda causa di morte fra gli adolescenti fra i 15 e i 19 anni, con 4 casi su 100.000, dopo gli incidenti stradali (5 casi su 100.000).

Come ricorda l’OCSE: “La cattiva salute mentale grava pesantemente sulle società e sulle economie. I costi economici della malattia mentale nei paesi OCSE compresi gli investimenti nel sistema di salute mentale, i costi della minore occupazione e produttività, sono equivalenti a oltre il 4% del PIL. Vivere con una condizione di salute mentale rende più difficile rimanere a scuola o nel mondo del lavoro, più difficile studiare o lavorare in modo efficace e più difficile rimanere in buona salute fisica. C’è quindi un urgente bisogno di aumentare la comprensione nella comunità in generale e nei politici sulla salute mentale, ridurre lo stigma e cambiare comportamenti e atteggiamenti.

News dal Network

Promo