Elezioni europee a Molfetta: poca gente al voto e il Pd primo partito (con l’aiutino di Tammacco e C)

 Le elezioni europee a Molfetta non interessano a quasi nessuno. Appena il 34.20 per cento di elettori si sono recati alle urne malgrado due giorni di seggi aperti.

Un risultato preoccupante, grave, una disaffezione dalla politica che deve far pensare specie ai nostri politici.
Per quanto attiene i risultati, abbiamo a Molfetta il PD che diventa il primo partito con 7.708 voti pari a quasi il 43 per cento dei votanti, con l’effetto de Caro che trascina la crescita del PD.

Un’altro dato, e’ l’effetto del fenomeno De Caro stile Emiliano, che non ha “disdegnato” di voti “stranieri”. A Molfetta “ha avuto un grossissimo aiutino da Tammacco e C”, ha pescato anche tra gli ex “nostalgici” come Tommaso…nel 2001. Il passato che ritorna

Secondo partito a Molfetta è Fratelli d’Italia con oltre 3.700 preferenze, terzo i Cinque Stelle con quasi 2.200 preferenze e quarta è la Lega, grazie alla candidatura di una molfettese con poco più di 1500 preferenze.

356 elettori hanno votato scheda bianca, per protestare sui candidati e probabilmente sulla politica.

Antonio de Caro è Parlamentare Europeo ma… e’ gia’ pronto alla candidatura alla Presidenza della Regione Puglia?

 

Mimmo Spadavecchia