Ritratti Festival: 5 e 6 Luglio anteprime danno il via alla XX edizione a Monopoli

Il Ritratti Festival celebra quest’anno la sua ventesima edizione, confermandosi come uno degli appuntamenti culturali più attesi dell’estate pugliese. La rassegna internazionale di musica, diretta da Antonia Valente e ideata insieme a Massimo Felici, si svolgerà dal 17 luglio all’8 agosto 2024, ma le celebrazioni iniziano già il 5 e 6 luglio con due eventi di anteprima a Monopoli

.Festival dal carattere itinerante, Ritratti conferma per questa edizione il suo legame con il territorio con la scelta di esplorarne gli scorci, le piazze, i palazzi storici , gli scenari naturali e le sue architetture più dirompenti come palcoscenico per i suoi artisti. Tema scelto per il fitto programma di concerti, aperture straordinarie ed esposizioni nei luoghi più suggestivi del comune monopolitano, in naturale sequenza con l’atto magico di “fermare il tempo” celebrato con la scorsa edizione del Festival, è Forever Young. In questo speciale anniversario Ritratti vuole, infatti, celebrare l’idea dell”eterna gioventù e omaggiare l’ingrediente principale della fantasia creativa: l’immaginazione infantile, mondo dallo slancio senza confini ed inibizioni, che abbraccia in sé la libertà di espressione, il gusto dell’assurdo, l’utopia del surreale, la creazione di mondi nuovi.Ad anticipare l’inizio della rassegna, ci saranno due anteprime. Domani, 5 luglio si inaugura la mostra “Il corpo e il tempo” di Andreas Senoner organizzata in collaborazione con Doppelgaenger. Alle 18.30 alla Biblioteca Rendella Terrazza Food Lab è in programma un incontro con l’artista, mentre alle 19.30 è in programma il vernissage della mostra alla Chiesa di Sant’Angelo. E sabato 6 luglio (inizio ore 21.00) sul sagrato della Basilica Cattedrale di Monopoli è in programma il concerto Puccini 100, omaggio al compositore italiano considerato uno dei maggiori e più significativi operisti di tutti i tempi a cento anni dalla sua morte, che inaugurerà Notti sul sagrato.

«I compleanni sono straordinari pretesti per ritrovarsi immersi in labirinti di pensieri tutti concatenati, che riguardano allo stesso tempo il passato e la visione di futuro dell’oggetto stesso delle nostre riflessioni – spiega la direttrice artistica di Ritratti Antonia Valente -. Per questo compleanno speciale, il pensiero che vince su tutti gli altri è quanto la storia di questi venti anni di Festival sia indissolubilmente legata alla scoperta e all’incontro con anime affini, nuove amicizie, protagonisti di sfide musicali e non, che hanno deciso di condividere con noi, nelle varie tappe dei cambiamenti del progetto originario, nuovi orizzonti da varcare. Questa edizione del Festival è perciò dedicata a chi non si è mai risparmiato nel tenerci la mano mentre abbiamo portato alla realizzazione idee che sulla carta erano da considerarsi folli, ma che puntualmente hanno preso forma grazie al talento e alle personalità di artisti e collaboratori coinvolti. Protagonista assoluta di queste edizione non poteva perciò che essere quella comunità di persone che abbiamo provato a riunire a raccolta, in una specie di “partita del cuore”, il cui spirito è rimasto come il nostro allineato alla volontà di preservare libertà di immaginazione, di creazione fantastica, la stessa che i bambini ci insegnano e che dovremmo mantenere viva come bilancino per non smettere mai di osare ed esplorare nuove vie, nuovi scenari, con azzardo e curiosità”. 

«Venti anni sono un traguardo importante. Con questo compleanno Ritratti conferma lo spessore della sua offerta culturale che negli anni è cresciuta costantemente facendolo diventare uno degli appuntamenti più attesi dell’estate – dichiara Aldo Patruno, direttore del Dipartimento turismo, economia della cultura e valorizzazione del territorio della Regione Puglia –. La sapiente cura dei dettagli che gli organizzatori pongono in ogni aspetto del loro lavoro e la capacità di mescolare i talenti locali con artisti internazionali sono state determinanti nel raggiungimento di questo traguardo, dando vita a un festival che è in grado di richiamare visitatori da tutta Italia, e non solo. Se a questo si aggiungono le bellezze della Puglia messe in evidenza anche dal carattere itinerante dello stesso Festival abbiamo un risultato che non è replicabile e che ci aiuta a rendere la nostra Regione sempre più, non solo un attrattore, ma anche un attivatore culturale di grande pregio, qualità e inclusività”.

«Anche quest’anno il cartellone degli eventi del Comune di Monopoli si arricchisce del Festival “Ritratti” con una serie di appuntamenti: dai concerti alle mostre, passando anche per i laboratori per bambini. Il festival è ormai un punto di riferimento della nostra estate e anno dopo anno diventa sempre più interessante e ricco di momenti unici. Per questo ringrazio l’associazione musicale Euterpe per l’impegno con cui ogni anno realizza questo autentico gioiello dell’offerta culturale monopolitana», afferma il sindaco Angelo Annese.

«Il Festival “Ritratti” ancora una volta sarà itinerante come una sorta di viaggio nella cultura. I luoghi più suggestivi di Monopoli ospiteranno una serie di eventi che per un mese riempiranno le serate estive della nostra città. Mi piace molto il tema scelto quest’anno: l’eterna gioventù e l’immaginazione infantile che ci consentirà di intraprendere un viaggio suggestivo e sorprendente. Ad Antonia Valente il mio ringraziamento per aver redatto un calendario di appuntamenti dall’alto valore culturale» afferma l’assessore alla Cultura Rosanna Perricci.

Ed ecco che il programma di Ritratti si compone di una serie di “pezzi” che incastrandosi gli uni agli altri creano una sinfonia che risuona per tutta Monopoli coinvolgendo chiunque abbia il cuore aperto e pronto all’ascolto. 

Non poteva mancare in un cartellone che ha come sottotitolo Forever Young un appuntamento come quello che mercoledì 17 luglio apre il programma (appuntamento a Lama Sottile, Santo Stefano, alle 21.00) di Ritratti Festival. Stiamo parlando dell’esclusiva regionale di PopOff! delle star del jazz Paolo Fresu (tromba, flicorno, effetti) e Cristina Zavalloni (voce) e con Cristiano Arcelli, Dino Rubino, Marco Bardoscia, Quartetto Alborada con Anton Berovski, Sonia Peana, Nico Ciricugno, e Piero Salvatori. PopOff! è lo spettacolo che non ti aspetti: è uno splendido omaggio alle musiche dello Zecchino d’oro e dell’infanzia proposte in chiave jazz. Un progetto accattivante da ogni punto di vista, capace di richiamare momenti importanti della storia del jazz come ad esempio i tanti omaggi al mondo disneyano, dove grandi protagonisti della musica afroamericana hanno interpretato brani poi divenuti storici del mondo della filmografia per l’infanzia.

Il programma prosegue martedì 23 luglio a Palazzo Palmieri (inizio ore 21.00) con Claudio Brizi e i Solisti del Festival Ritratti che daranno vita a un concerto con delle tastiere “ibride”, che racchiudono al loro interno le caratteristiche di due o più strumenti uniti. La tastiera infinita, tra Tchaikovsky, Mozart, Verdi e altri, con gli speciali strumenti musicali appartenenti alla collezione privata di Brizi, patrimonio museale riconosciuto, si annuncia come un concerto unico e fuori dagli schemi.

Per il quarto anno consecutivo, il Festival rinnova l’appuntamento popolarissimo con la magia del cinema muto accompagnato dalla musica dal vivo. Sabato 27 luglio al Teatro Radar (inizio ore 21.00) ci sarà quindi Cineritratti, dedicato a James Horn e Buster Keaton. Keaton, che con la sua espressione stralunata e malinconica, ha già fatto sognare il pubblico di Ritratti con le sonorizzazioni dell’Ensemble residente del Festival, così come Charlie Chaplin e altre stelle degli albori del cinema. Non resta quindi che godersi l’appuntamento sul roof garden del teatro Radar. Ospite il compositore e pianista Stephen Prutsman. 

“I sogni son desideri di felicità”, cantava Cenerentola nel capolavoro Disney del 1950, e il sogno di una grande suite sinfonica dedicata alla storia del cartone animato, chiuso nelle soffitte di Ritratti da tempo, si anima e prende finalmente forma grazie alla firma del più straordinario arrangiatore italiano, Roberto Molinelli, e la complicità della Ritratti Festival Big Band: è l’appuntamento con Cartoons, affidato alle voci di Damiana Mizzi, Cristina Zavalloni e Angela Esmeralda, in programma mercoledì 31 luglio al teatro Radar (inizio ore 21.00).

Il 3 agosto alle 21.00 ci si sposta nella Masseria Zaccaria , patrimonio FAI, per Lullabies che vedrà esibirsi insieme il soprano Marianna Mappa, oggi protagonista dei grandi palcoscenici dei Teatri dell’Opera più importanti, e la pianista Antonia Valente. Protagoniste assolute della serata saranno le melodie dal ritmo oscillante inconfondibilmente associate alla ninna nanna, alla habanera, alla nenia, alla filastrocca, alla lullaby, e le multiforme declinazioni che questa speciale tradizione musicale ha assunto in diverse lingue e Paesi del mondo. Un giro del mondo in culla, insomma, non privo di inaspettate sorprese, come i tanti casi in cui questo genere è stato associato anche ad attività che nulla hanno che fare con

l’abbraccio onirico di Morfeo.

Giovedì 8 agosto è previsto l’ultimo concerto con Benedetto Lupo & i Solisti del Festival Ritratti. Lo straordinario pianista torna nella città in cui ha formato intere generazioni di pianisti nelle stanze del Conservatorio “N.Rota”. Nel suo primo anno di residenza a Ritratti, ha scelto di impaginare un programma cameristico con i compositori di cui è considerato uno dei più raffinati interpreti, Brahms e Schumann, circondandosi di artisti emersi dalle fucine dei Conservatori, in particolare pugliesi, oggi protagonisti di brillanti carriere internazionali: Emanuele Urso, Giuseppe Russo Rossi, Roberto Mansueto, Sara Dionisia Zenelli e Lorenzo Rovati. Appuntamento alle ore 21.00 nel Chiostro di Palazzo San Martino, sede storica del Festival. 

Ma Ritratti non è solo musica. Tra novità e attesi ritorni, sono tante le attività che arricchiscono il cartellone della rassegna.

Iniziamo dalla novità di quest’anno. In occasione del ventennale del Festival, Ritratti ha deciso di dar vita al PREMIO RITRATTI. I destinatari saranno selezionati da un comitato tecnico-scientifico. Il 29 luglio è in programma Duo Claude, premio partner Roero Cultural Events Young Artists con Pasquale Allegretti Gravina (violino) e Wataru Mashimo (pianoforte); il secondo appuntamento, dedicato alla memoria di Maria Giannulo, prevede l’annuncio e la premiazione dei vincitori il 6 agosto. 

RITRATTI EXHIBIT – ingresso gratuito

Il 5 luglio si inaugura la mostra “Il corpo e il tempo” di Andreas Senoner organizzata in collaborazione con Doppelgaenger. Alle 18.30 alla Biblioteca Rendella Terrazza Food Lab è in programma un incontro con l’artista, mentre alle 19.30 è in programma il vernissage della mostra alla Chiesa di Sant’Angelo. Nato a Bolzano nel 1982, Andreas Senoner vive e lavora a Firenze. Diplomato all’Accademia di Belle Arti fiorentina, frequenta la Facultad de Bellas Artes San Carlos di Valencia, in Spagna, e partecipa alle lezioni di Performance e Poesia sonora tenute da Bartolomé Ferrando. Nel 2006 ottiene una borsa di studio per il Minneapolis College of Art and Design, dove segue i corsi dell’artista Kinji Akagawa e approfondisce la tecnica dell’intaglio. Da allora il legno diviene materiale espressivo della sua pratica artistica. Inteso quale elemento naturale in cui leggere le tracce del tempo, il legno sarà costantemente impiegato dall’artista, assieme ad altri materiali naturali e unici, di origine animale e vegetale – piume, licheni, tessuti e cera d’api. Senoner rievoca i tradizionali processi della scultura lignea per dialogare con la memoria intima dello spettatore. L’artista concentra la propria ricerca sui temi dell’eredità e della stratificazione, e sulle mutazioni che li connettono tanto a livello simbolico quanto materiale. Nella fissità ieratica delle sue opere, l’archetipo dell’infanzia allude alle infinite possibilità dell’evoluzione: figure sgomente, colte in un singolare momento di inviolabile innocenza, che raccontano il misterioso potenziale originario della trasformazione

Sempre per la sezione Exhibit il 22 luglio, a Palazzo Palmieri, si inaugura con il suo vernissage (ore 19.00) la mostra “Gli strumenti della fantasia”, con l’esposizione della collezione rara di tastiere di Claudio Brizi, creature fantastiche e oggetti rarissimi. In mostra, mai esposte prima in Puglia, il pubblico troverà “magie del passato” che altro non aspettano che di poter raccontare le loro storie. La mostra sarà visitabile ogni giorno fino al 27 luglio dalle 18.00 alle 21.00.

RITRATTI TALK – Trovare il tempo

Biblioteca Rendella, Terrazza Food Lab – 16, 24, 30 luglio, 7 agosto, sempre alle 18.30

Dopo l’esperienza pilota del 2023, anche per il 2024 Ritratti ha deciso di organizzare i Ritratti Talk – Trovare il tempo, chiacchierate informali con autori e artisti, tanto amate dal suo pubblico. All’ora del tramonto (inizio ore 18.30) sulla terrazza Food Lab della Biblioteca Rendella, ospiti da mondi diversi saranno in dialogo su temi di diversa natura. Si inizia il 16 luglio con Lea Durante e Luca Basso in conversazione su Italo Calvino tra mondo reale e fantastico, mentre il 24 luglio toccherà a Sara De Carlo e Fabio Macaluso con Astrarre per vivere: catalogo dell’artista bambino. Martedì 30 luglio ospiti del Ritratti Talk saranno Angelo Petrosillo e Roberto Molinelli con Da 0 a 99 anni: cosa sono i cartoni animati per noi. E infine, a chiudere la serie dei talk il 7 agosto ci penseranno Benedetto Lupo e Solisti del Festival con È più vero il reale o il fantastico? Intorno a Robert Schumann.

RITRATTI KIDS LAB

Il Ritratti Kids Lab costituisce un atteso contributo del festival alla vita della comunità

cittadina: un momento di svago, apprendimento e socializzazione attraverso il gioco musicale destinato a bambini residenti e non di Monopoli. La musica, linguaggio universale senza filtri e barriere, si fa strumento in grado di creare unione e fratellanza a livello intimo, empatico, profondamente umano. Il laboratorio sarà tenuto da Andrea Gargiulo e si concluderà con un concerto finale in programma domenica 28 luglio (inizio ore 19.00, ingresso gratuito) alla Biblioteca Rendella.

FAVOLE MUSICATE

Sempre pensando ai più piccoli, ma anche ai grandi, sono stati pensati i due appuntamenti con le Favole Musicate in calendario alla Biblioteca Rendella (inizio alle 18.30). Il primo appuntamento è sabato 20 luglio con Il Mago di Oz con i Solisti del Festival e il Live Painting di Francesca Cosanti; il secondo è per domenica 4 agosto con Brif Bruf Braf con Mariagrazia Fiore e Francesco Massaro.

RITRATTI EXPRESS 

Nelle serate“off” del cartellone, per celebrare la festa continua del ventennale, Ritratti non lascerà certo in silenzio le strade di Monopoli. Grazie a una call online sui canali del Festival il pubblico potrà chiedere ogni giorno delle “pillole di musica di emergenza” che si trasformerà in mezz’ora di musica express con momenti solistici degli artisti residenti del Festival, offerte gratuitamente in varie sedi.

IL CAMIONCINO: MUSICA IN CAMMINO

Ad agosto spazio anche al camioncino di Musica in Cammino. A farsi strada tra vicoli e viuzze, al centro delle piazze, tra uliveti o giardini urbani sarà il colorato camioncino con il compito di portare la musica a domicilio, un palco mobile con consegna express di due artiste, molteplici melodie e i loro strumenti. Un pianoforte, una chitarra, una viola e il canto diffondono composizioni e rielaborazioni di Schumann, Schubert, Dalida, Nougaro, Legrand, facendosi la loro comparsa tra i clacson e la polvere del cammino. 

Ritratti è realizzato con il sostegno di MiC, Pact e Assessorato alla Cultura del Comune di Monopoli, e si avvale della collaborazione di diversi partner: Doppelgaenger, Teatro Radar/Teatri di Bari, Asp-Romanelli Palmieri, Misericordia Monopoli, Associazione Amici di San Salvatore.

News dal Network

Promo