Controlli amministrativi della polizia nell’hinterland barese, sequestro e sanzioni amministrative per un totale di 9.300 euro

Nel corso di controlli mirati alle imprese del settore riparazioni veicoli a motore, la Polizia Stradale di Gioia del Colle ha scoperto un’officina di Casamassima che operava abusivamente. L’officina, situata in pieno centro cittadino, non aveva mai presentato la richiesta di iscrizione all’albo delle imprese artigiane della Camera di Commercio di Bari per l’attività di meccatronica, come previsto dalla normativa vigente.

La riforma sulla meccatronica, entrata in vigore il 5 gennaio 2013 e andata a regime il 5 gennaio 2024, ha introdotto l’obbligo di presentare una SCIA alla CCIAA e di possedere specifici requisiti tecnici professionali per il responsabile tecnico dell’officina. Questi requisiti sono necessari per garantire la sicurezza delle lavorazioni effettuate e la tutela degli utenti.

Alla luce di queste gravi inadempienze, gli agenti della Polizia Stradale hanno sanzionato l’officina con una multa di 5.164,33 euro, come previsto dall’art. 10 della L. 122/92. Inoltre, è stato disposto il sequestro amministrativo di tutta l’attrezzatura presente nell’officina, finalizzato alla confisca.

Infine, è stata accertata anche la mancanza del registro dei rifiuti, per la quale è stata elevata un’ulteriore sanzione.

Questo episodio sottolinea l’importanza dei controlli per garantire il rispetto delle normative che regolano il settore delle riparazioni auto e tutelare la sicurezza dei cittadini. L’attività di meccatronica, in particolare, richiede competenze specifiche e adeguate attrezzature per garantire la qualità e la sicurezza degli interventi. L’operato della Polizia Stradale di Gioia del Colle contribuisce a contrastare l’abusivismo e a promuovere la professionalità nel settore.

News dal Network

Promo