Energia: Assoutenti, “italiani spremuti come limoni, serve intervento dello Stato”

«Con la sua relazione Arera certifica che in Italia i prezzi risultano più elevati rispetto agli altri Paesi europei, che gli oneri di sistema pesano troppo e che le tariffe sul mercato libero sono poco convenienti. Siamo lieti che finalmente Arera confermi quanto Assoutenti denuncia da oramai due anni, ma non basta certificare le criticità energetiche del nostro Paese: serve intervenire per evitare gli italiani siano spremuti come limoni attraverso le bollette di luce e gas». Lo afferma il presidente onorario e responsabile energia di Assoutenti, Furio Truzzi, commentando i dati emersi dalla relazione annuale dell’Autorità.

«Quanto sta accadendo sul mercato libero – continua – con offerte del tutto non convenienti per i consumatori e tariffe eccessivamente alte nonostante il ridimensionamento delle quotazioni sui mercati, dimostra l’esigenza di un intervento da parte dello Stato per definire tariffe allineate con i costi di produzione e un giusto profitto per le società energetiche. In tal senso gli extra-profitti degli operatori vanno eliminati alla radice, perché non è più tollerabile che, terminata la crisi energetica, pochi fortunati continuino ad arricchirsi a danno di milioni di utenti».

News dal Network

Promo