Giornalisti in erba crescono

Dopo gli esiti positivi ottenuti dalla sperimentazione dello scorso anno, anche per questo nuovo anno scolastico BariSeraNews sosterrà gli alunni degli istituti dell’intera provincia barese. Perché le parole bisogna amarle, vanno coltivate, devono essere testimoni dei vostri pensieri. Una volta c’erano i diari segreti sui quali scrivere, ai quali affidare emozioni e sensazioni. Oggi ci sarà il progetto Bariseranews School organizzato in collaborazione con Med, l’associazione italiana per l’educazione ai media e alla comunicazione.

In pratica i ragazzi frequentanti dalla terza classe della Primaria a tutte le secondarie di Secondo grado avranno la possibilità di confrontarsi, interagire, esprimere le proprie opinioni su una testata giornalistica digitale. L’obiettivo? Diventare almeno per un giorno operatori dell’informazione, indossando i panni del giornalista, del reporter, del cronista, animati dalla curiosità.  Senza dimenticare di incentivare la padronanza e l’esercizio della lingua italiana, attraverso la produzione di testi di una certa complessità, occupandosi di legalità e solidarietà, cittadinanza digitale, sviluppo sostenibile, esperienze didattiche particolari vissute ai tempi del Covid.

Spetterà ai giornalisti in erba rappresentare il villaggio globale che è la realtà nella quale viviamo, scegliendo – se necessario – anche altri argomenti ritenuti più importanti. Bariseranews non vi lascerà mai soli, diventerà il vostro angelo custode dell’informazione,  si trasformerà nella casa della creatività di tutti, in questa intrigante esperienza, ospitando gli articoli elaborati dai ragazzi. I migliori saranno anche premiati.  L’iniziativa, gratuita, è aperta agli istituti scolastici di Bari.

Da quest’anno, infine, la Casa Editrice del nostro quotidiano offrirà l’opportunità lavorativa post diploma ai tre migliori studenti  degli Istituti superiori, che ogni anno si saranno distinti per volontà, impegno, predisposizione e, soprattutto, passione verso questa professione.


Vi aspettiamo numerosi.

Il ricordo di Rocco Dicillo tra i suoi ex-compagni di scuola

A trent’anni dalla tragica scomparsa di Giovanni Falcone e della

Leggi tutto

NON SONO MORTI INVANO

La scuola “Manzoni Lucarelli”, in occasione del trentennale della strage

Leggi tutto

Ricordo di Alberto Manzi, maestro degli italiani

Alberto Manzi nasce a Roma il 3 novembre 1924. È

Leggi tutto

Battilmuro: la lettura dai libri ai social

Due anni fa, è nato un progetto di lettura online,

Leggi tutto

Letto per voi: COME ANIMA MAI

Come anima mai è un libro scritto da Rossana Soldano,

Leggi tutto

Informazione: tra censura ed eccesso di libertà

Questa domanda non raggiunge i suoi fini con una semplice

Leggi tutto

LA TECNOLOGIA NON È PIÙ UN OSTACOLO PER LE LIBRERIE

«Se un libro torna in classifica è merito (anche) di

Leggi tutto

Informare e denunciare

La iena è un animale molto puntiglioso e penso che

Leggi tutto

Pizza in rete

Ho avuto il piacere di intervistare un influencer: Vito Iacopelli.

Leggi tutto

Condividi: