Bariseranews.it – Oltre la notizia

Buon compleanno Brigata Pinerolo, da 199 anni al servizio di chi ha bisogno

777 Visite

199 anni fa veniva costituita la Brigata “Pinerolo”, il 13 novembre 1821 il reggimento “Saluzzo” con decreto reale fu trasformato in Brigata “Pinerolo”. Da allora a oggi la Brigata ha contribuito a scrivere la storia dell’Esercito e dell’Italia partecipando a tutti gli eventi bellici, dalle guerre d’indipendenza ai conflitti mondiali.


Attualmente la grande unità è direttamente impiegata nell’ambito dell’operazione
Igea, attività disposta dal ministro della Difesa, Lorenzo Guerini, per il contrasto
della diffusione del COVID-19, e sotto la guida del Comando operativo di vertice
interforze, gestisce tre drive-through sul territorio pugliese. Uno sforzo importante al
quale, oltre l’Esercito italiano, partecipa tutto il comparto della Difesa. E’ inoltre
costantemente impegnata nell’operazione “Strade sicure”, operando al fianco delle
Forze dell’ordine per incrementare il livello di sicurezza, contrastare la criminalità
organizzata e prevenire i reati ambientali.


La “Pinerolo” in questo particolare momento storico è chiamata, assieme a tutti
militari italiani, a supportare la popolazione contro un nemico invisibile e subdolo.
Oggi, più che mai, ogni singolo soldato è conscio di dover continuare a rimanere
aderente alle necessità di sicurezza che il nostro Paese ci chiede.
Il 2020 traghetta la “Pinerolo” verso il suo bicentenario ma nonostante la sua “età”, la
grande unità è oggi tecnologicamente all’avanguardia. Infatti ha proseguito
implementazione del programma di digitalizzazione di Forza armata che la vede
quale Brigata designata a sviluppare sul campo l’ambizioso ed innovativo progetto
Forza NEC, acronimo di Network enabled capabilities, che costituisce la punta di
diamante dell’intero programma di modernizzazione della componente terrestre della
Difesa.


Gli uomini e le donne della Pinerolo celebrano con il loro lavoro, caratterizzato da
altruismo e pragmatica operosità, questa data, spinti da quei sentimenti che sono il
motore della loro professionalità e perfettamente riassunti nel motto della grande unità da combattimento dell’Esercito italiano: “Sempre più avanti, sempre più in alto”.

Promo