Bariseranews.it – Oltre la notizia

EMPORIOAMATO_ECOMMERCE_MANCHETTE
zona franca
migorusperfast
PUGLIASERA
LUNGAVITA
logo Turbo Service_bianco 1024-01
BIRRA GARRABB _ nat bionda
fiera
Benn
Benn
Migro
taralloro
gran bontà
Alco
Premio Agorà – TOTEM_85x200_prova2-03
banner-pelati-migro-largo
banner-barisera-3
banner-SAN-NICHOLAUS-vini
banner-SAN-NICHOLAUS-e1599142133882
Banner_qui_conviene

Ancora sporcizia e inciviltà nei giardini accanto alla Chiesa Russa

598 Visite

I giardini di Lubich, accanto alla Chiesa Russa, sono stati ripuliti dopo la nostra segnalazione ma gli incivili continuano a rendere questo posto una brutta “cartolina” di Bari. Siamo tornati a monitorare il luogo di passaggio per turisti, ma soprattutto punto di incontro per anziani e bambini. Nonostante appaia più pulito rispetto a circa 20 giorni fa, ci sono ancora segni di inciviltà evidenti. Come dimostrano, ancora una volta, le foto pubblicate a corredo dell’articolo, ci sono rifiuti vari e sparsi, in minor quantità rispetto al nostro primo sopralluogo, ma ci sono. Abbiamo visto bottiglie di birra abbandonate sotto i portarifiuti, cartoni ammassati e sacchetti di plastica sui tavolini, dove solitamente gli anziani si intrattengono a giocare a carte.

Osservando più attentamente questi ultimi si fa una orrenda constatazione, così come ci hanno segnalato alcuni lettori nei gruppi social. Nei sacchetti (ne abbiamo visti due su un tavolino e un terzo a terra sotto un altro) ci sono escrementi. Essendo i giardini chiusi da un mese, su ordinanza del sindaco per evitare gli assembramenti e limitare i contagi da covid, è facile intuire che c’è chi ha preso di mira questo posto e lo ha scambiato per un letamaio. Con tutta probabilità si diverte a raccogliere gli escrementi del proprio cane e poi li getta in un contenitore per rifiuti adatto per lanci oltre le basse recinzioni.

Già,  i cancelli! Che per quanto solidi, sono bassi e facili da scavalcare tanto che non è da escludere che più di qualcuno potrebbe qui intrattenersi nonostante l’ordinanza di divieto. Troppe bottiglie di birra ed altri rifiuti, come contenitori di patatine, per non parlare di un cestino dei rifiuti staccato dal palo e posato a terra. Tutti segni che lasciano sospettare ritrovi serali se non notturni.

Per questo, ancora una volta, invitiamo ad effettuare controlli. Non solo perché l’igiene qui continua a non essere garantita e perché è un brutto biglietto da visita per la città di Bari, ma perché le ordinanze e i divieti vanno rispettati e fatti rispettare da tutti. Una città metropolitana non deve avere solo poche vie o limitati giardini puliti, vivibili e da ammirare. Deve essere presentabile sempre e ovunque, in centro come in periferia. Gli incivili vanno “beccati”, multati ed educati. Non è facile ma non è nemmeno impossibile.

Anna Caiati

banner-MSF-A
banner_barisera_aranea
banner-mode-c

Promo